Lunedì, 17 Maggio 2021
Economia

Il gruppo Lo Conte lancia il fondo di solidarietà per le imprese in difficoltà

Le aziende che continuano a lavorare mettono a disposizione fondi per chi ne ha bisogno

Antonio Lo Conte è il promotore, il primo firmatario e il primo finanziatore di un fondo di solidarietà per le imprese commerciali ed artigianali della “zona rossa” del comune di Ariano Irpino che sarà attivo da maggio 2020.

Il Gruppo Lo Conte tra le aziende più innovative del panorama italiano ha sede ad Ariano e si è fatta conoscere per prodotti unici e facili da usare, con l’obiettivo di essere il punto di riferimento per chi cerca benessere e sperimentazione. Una storia di tradizioni e passioni che nel territorio affonda radici e ispirazioni.

Sarà per questo che il suo patron Antonio Lo Conte si è fatto subito portavoce di un progetto nell'interesse del Comune più colpito dal Covid-19 in Irpinia.

Nello specifico si tratta di un’alleanza tra le aziende attive del territorio per aiutare economicamente le attività che invece si sono fermate per colpa del coronavirus. Ne è nato un fondo di solidarietà per le imprese commerciali e artigianali della Zona rossa di Ariano Irpino, la cui gestione è stata affidata alla locale Confcommmercio e all’Andicom: le aziende che stanno continuando a lavorare mettono a disposizione i soldi, quelle che hanno bisogno di liquidità chiedono un prestito.

«Chi potrà lo restituirà - dice Lo Conte in un'intervista al  Sole 24 ore- l’importante è sostenere il tessuto economico e sociale del territorio».

Il fondo è già attivo e ci sono già imprenditori che hanno dato il loro contributo, compresa una banca. 

«Di questo meccanismo - racconta Lo Conte - mi piace che nessuno possa sapere quali aziende hanno contribuito, per quale importo e a chi è andato il denaro. L’obiettivo non è la pubblicità, ma il supporto concreto alla comunità».

Nelle intenzioni dei promotori, i destinatari sono soprattutto i piccoli imprenditori con due o tre dipendenti, «quelli che non hanno garanzie da dare in banca - ricorda Lo Conte - ma che quando sono aperti svolgono anche un servizio sociale, perché mantengono vivo il nostro paese. Noi che continuiamo a lavorare anche in queste difficili condizioni dobbiamo ritenerci fortunati e abbiamo il dovere morale di agire a sostegno di chi, invece, in questo momento è impotente e rischia di vedere vanificati i sacrifici di tutta una vita».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il gruppo Lo Conte lancia il fondo di solidarietà per le imprese in difficoltà

AvellinoToday è in caricamento