Crollano le cig e aumentano le domande di disoccupazione

Disoccupazione giovanile da record in Irpinia: 54.7%

Come troppo spesso accade, ci troviamo a parlare del problema della disoccupazione. Stando a quanto afferma l’ultimo rapporto Eurostat, la Campania è entrata nella top ten delle 275 regioni del vecchio continente prese in esame, dove l’incidenza della disoccupazione giovanile è più alta. Più di un disoccupato su due (54.7%) rientra nella fascia di età 15-24 anni. Caserta, Benevento, Salerno e anche Avellino hanno visto aumentare il tasso di disoccupazione dal 49,9% del 2016 al 54,7 del 2017. 

Crollano, ancora, le ore di cassa integrazione e aumentano le domande di disoccupazione. Quest'ultimo dato è stato reso noto dai dati dell'Inps di luglio 2018, in cui l'Istituto di previdenza sociale ha autorizzato 14,5 milioni di ore cig, dato in diminuzione del 57,4% rispetto allo stesso mese 2017, quando erano state 34,1 milioni.

Nella nota dell'Inps viene anche specificata la distribuzione delle ore autorizzate:

  • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono state 7.559.544, in aumento del 13,1% rispetto a luglio 2017, quando erano state 6.681.420
  • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria ( CIGS) sono state 6.924.033, di cui 2.962.742 per solidarietà, con diminuzione del 72,2% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, che registrava 24.912.490 di ore autorizzate;
  • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) sono state 43.958, con un decremento del 98,3% se raffrontati con luglio 2017, quando erano state autorizzate 2.541.967 di ore.

Schermata 2018-08-30 alle 13.35.28-2

Aumentano le richieste di disoccupazione

Ma a fare da contraltare al calo vertiginoso delle cig c'è il dato sulle domande di disoccupazione: a giugno 2018 sono state 139.390di Naspi e 2.081 di Discoll, a cui vanno aggiunte 714 domande di Aspi, mini Aspi, disoccupazione e mobilità per un totale di 142.185 domande. In questo caso il dato è in aumento del 5% rispetto al mese di giungo del 2017, quando le richieste furono 134.756.

Crescono le assunzioni nel settore privato

Nel settore privato le assunzioni nei primi sei mesi dell’anno sono state 3 milioni e 892mila, in aumento del 6,9% rispetto allo stesso periodo del 2017. E’ quanto rileva l’osservatorio sul precariato dell’Inps, sottolineando che nel periodo gennaio-giugno 2018 si conferma l’aumento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato (+84mila), che registrano un fortissimo incremento rispetto al primo semestre 2017 (+58,7%).

In crescita risultano tutte le componenti: contratti a tempo indeterminato +1,7%, tempo determinato +5,9%, apprendistato +11,2%, stagionali +2,8%, somministrazione +16,3% e intermittenti +6,5%. Nel primo semestre si conferma l’aumento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato (+84mila), che registrano infatti un fortissimo incremento rispetto al periodo gennaio-giugno 2017 (+58,7%).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali: i voti di tutti i candidati irpini

  • Scuola, caos e rabbia ad Atripalda: 'volano stracci' tra la dirigente e le mamme

  • Sabato sera di sangue, incidente mortale sul raccordo Salerno-Avellino

  • Elezioni regionali, chi sono i quattro eletti in Irpinia

  • Elezioni regionali 2020: i risultati in Irpinia

  • Incidente mortale sul Raccordo Avellino-Salerno: le immagini del drammatico sinistro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento