menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Proposta di acquisizione di Cosmopol non piace ai dipendenti potentini

No al piano di riorganizzazione aziendale. L'azienda avellinese per salvaguardare tutti i dipendenti aveva chiesto stipendi decurtati di 400 euro e contratti di solidarietà per evitare gli esuberi

I lavoratori della società La Ronda di Potenza si oppongono alla proposta di salvataggio da parte della società irpina Cosmopol. 

L’esito del referendum che ha coinvolto i 274 lavoratori dell’istituto di vigilanza è il seguente: 252 votanti con 201 no e 48 sì – una bianca e due nulle.

No al piano di riorganizzazione aziendale. L'azienda avellinese per salvaguardare tutti i dipendenti aveva chiesto stipendi decurtati di 400 euro e contratti di solidarietà per evitare gli esuberi.

Nello specifico l’assunzione di 253 unità a tempo indeterminato già in organico a La Ronda con inquadramento operativo e 17 per la parte amministrativa, di cui 4 ricollocati in aziende fornitrici. A parità di fatturato già esistente, inoltre, verrebbe erogato un corrispettivo a tutti i dipendenti quale premio equivalente ad uno scatto d’anzianità per ciascuno dei primi due esercizi della propria gestione e attivato un contratto di solidarietà a rotazione.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento