menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex Irisbus, a Roma un nulla di fatto: aggiornati a marzo

Sul fronte cassa integrazione, invece, l'azienda ha confermato l'anticipo nella misura degli 800 euro ma attende l'autorizzazione del Ministero per il trattamento del secondo semestre 2015

Il morale dopo l'ennesimo nulla di fatto a Roma per le sorti dell'ex Irisbus non è dei migliori. Ma gli operai nella Capitale a presenziare l'incontro al Mise nonostante nessuna certezza continuano a sperare. La notizia tanto sperata, dunque, non è arrivata. Si torna a casa con una nuova data, 2 marzo 2016. 

I venticinque milioni di euro per la ristrutturazione dello stabilimento ex Irisbus sono sul tavolo ma fino a quando l’Industria Italiana Autobus non avrà approvato la ricapitalizzazione, Invitalia non può dare il via libera. Stefano Del Rosso ha confermato tutti gli impegni presi in passato.

Una volta ricapitalizzata l’azienda, Invitalia ha confermato di dare l’ok per lo sblocco del finanziamento.

Giampiero Castano, responsabile dell’Unità di Gestione delle Vertenze ha chiesto un’accelerata di questa operazione e di arrivare al prossimo incontro con tutti i passaggi completati. Sul fronte cassa integrazione, invece, l’azienda ha confermato l’anticipo nella misura degli 800 euro ma attende l’autorizzazione del Ministero per il trattamento del secondo semestre 2015. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri due decessi al "Frangipane"

  • Cronaca

    Bambino positivo al Covid-19, scuola chiusa a Cervinara

  • Cronaca

    Sversamento illecito di acque reflue in un fondo agricolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento