menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex Irisbus, il 2016 l'anno della rinascita: Del Rosso galvanizza gli operai

Entro la fine di gennaio ci sarà la firma definitiva per il finanziamento di Invitalia. Già da febbraio cominceranno i lavori per la ristrutturazione dello stabilimento e, entro la fine dell’estate, ricomincerà l’attività

Promette la rinascita. Stefano Del Rosso incontra le maestranze ex Irisbus. Si chiude il 2015 costellato ditante paure e si soera in un 2016 di tenore opposto."Un anno fa, proprio qui, dissi che Flumeri per sopravvivere aveva bisogno di Bologna. Oggi dico in maniera convinta che Bologna per vivere ha bisogno di Flumeri" annuncia l’amministratore delegato di Industria Italiana Autobus, Stefano Del Rosso.

L'iniezione di fiducia per i lavoratori è dovuta dall'aver appreso il piano industriale. 

Entro la fine di gennaio ci sarà la firma definitiva per il finanziamento di Invitalia. Già da febbraio cominceranno i lavori per la ristrutturazione dello stabilimento e, entro la fine dell’estate, ricomincerà l’attività. Per quanto riguarda la produzione sono confermati i modelli presentati nel Piano industriale precedente e il revamping ma in più saranno effettuati lavori per gli autobus Menarini, Padane, Rampini e Karsan. Tra scocche e autobus completi il lavoro non dovrebbe mancare. Anche se la vera rivoluzione sta nella scelta di operare molto sui minibus che Del Rosso vede come gli autobus del futuro, gli unici che potranno entrare nelle City di tutta europa.

Le anticipazioni  del nuovo piano industriale piacciono  al Segretario Generale  della Fismic Giuseppe Zaolino che questa mattina ha partecipato insieme ad una folta delegazioni di iscritti e attivisti guidati dai delegati  Giovanni Garofano e Gerardo Novino. 

"Il 2016  sarà davvero l’anno della riapertura dell’ex Irisbus. La società è stata ricapitalizzata ( 10,5 milioni di Euro ),  Invitalia ha messo sul piatto della bilancia 25 milioni di Euro per i nuovi impianti e ci sono una serie di nuovi modelli di autobus, dal diesel al gas a quello elettrico .

 La Fismic alla luce di queste novità importanti darà un appoggio convinto alla realizzazione del nuovo piano.

 In passato - conclude Zaolino- abbiamo criticato apertamente Del Rosso perché vedevamo, incertezze e tentennamenti. Oggi che le cose sono cambiate e si è vicini alla svolta produttiva ed occupazionale ,siamo ben felici di cambiare idea e di sostenere con convinzione Del Rosso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento