Il Fisco dopo le vacanze: Lipe e imposte sul reddito, le scadenze di settembre

Mese importante per i contribuenti con diversi adempimenti da rispettare entro i termini. Dalla comunicazione delle liquidazioni Iva alle imposte, ecco le date da segnare sul calendario

Neanche il tempo di tornare dalle vacanze che il Fisco torna con i suoi diversi appuntamenti con i contribuenti. Dopo un agosto 'povero' di date da segnare sul calendario, settembre si preannuncia un mese con molte scadenze importanti. Tra le varie deadline riportate sullo scadenzario dell'Agenzia delle Entrate, le più importanti sono sicuramente quelle che riguardano la  comunicazione delle liquidazioni Iva e il versamento delle imposte sui redditi. Slitta invece ad ottobre lo spesometro.

Fisco, 17 settembre: liquidazioni Iva e imposte sul reddito

I contribuenti avranno qualche giorno per riordinare le carte. La prima data da segnare sul calendario è quella di lunedì 17 settembre, giorno in cui vengono condensate diverse scadenze. 

  • Invio comunicazioni liquidazioni Iva trimestrali: dette anche Lipe, è una delle scadenze più criticate e su cui esistono diverse perplessità, visto che nella Legge di Bilancio 2018,  al comma 932 dell’articolo 1, era stato prorogato al 30 settembre il termine del 16 settembre relativo allo spesometro (spostato poi al 1° ottobre, essendo il 30 settembre domenica). Non è chiaro se la disposizione sulle scadenze previste dall’articolo 21 sullo spesometro siano le medesime anche per l'articolo 21-bis, relativo invece alle Lipe. La proroga per lo spesometro al 30 settembre (quindi 1 ottobre) dovrebbe coinvolgere anche la comunicazione delle liquidazioni Iva del secondo trimestre dell’anno, anche se sullo scadenzario dell'Agenzia delle Entrate l'ultima data utile riportata rimane lunedì 17 settembre.
  • Versamento imposte sui redditi: lunedì 17 settembre sarà anche l'ultimo giorno disponibile per in cui i contribuenti titolari di partita Iva potranno  effettuare il versamento della rata prevista dal proprio piano di dilazione delle imposte sui redditi, ossia Irpef, Irap, Ires e tutte le altre imposte collegate.

Ma quali sono i soggetti interessati a questa scadenza? Come riporta l'Agenzia delle Entrate sono i seguenti:

  1. i contribuenti titolari di partita Iva che hanno scelto il pagamento rateale delle imposte sui redditi ed hanno effettuato il primo versamento entro il 2 luglio 2018 e che dovranno pagare la quarta rata;
  2. i contribuenti titolari di partita Iva tenuti ad effettuare i versamenti delle imposte sui redditi che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 20 agosto 2018.
  • Adempimenti periodici Iva, Inps e Irpef: stessa deadline anche per gli adempimenti periodici Irpef, Inps e Iva per i contribuenti titolari di partita Iva, in ordine alle competenze di luglio.

Fisco, inviati più di un milione di "alert" per possibili errori nelle dichiarazioni

Lo scadenzario fiscale del mese di settembre 2018 prevede ovviamente anche gli adempimenti periodici IrpefInps e Iva per i contribuenti titolari di partita IVA, in ordine alle competenze di luglio.

  • Iva: l'Iva di competenza agosto 2018 per i contribuenti che liquidano l’IVA mensilmente. Il versamento deve essere eseguito indicando il codice tributo 6008 nella sezione Erario del modello F24;
  • Irpef: il contribuente deve effettuare il versamento delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto operate dai sostituti d’imposta su redditi derivanti da lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente. Oltre alle ritenute il sostituto d’imposta deve versare anche le addizionali comunali e regionali. Per i redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente, provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente bisogna invece utilizzare il codice tributo  1040 con periodo di competenza 08/2018.

Fisco, 25 settembre: elenchi Intrastat

La seconda data importante da segnare sul calendario è quella di martedì 25 settembre entro cui i contribuenti Iva dovranno effettuare l’invio degli elenchi Intrastat. Tale adempimento riguarda la presentazione degli elenchi riepilogativi Intra per le cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE. L’invio telematico degli elenchi Intrastat dovrà essere eseguito:

Slitta lo spesometro

Come anticipato ad inizio articolo, la scadenza dello spesometro è slittata al 30 settembre ma, cadendo questa data di domenica, l'ultimo giorno utile diventa lunedì 1 ottobre 2018. Per maggiori chiarimenti è sempre consigliabile consultare le istruzioni presenti sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola, caos e rabbia ad Atripalda: 'volano stracci' tra la dirigente e le mamme

  • Sabato sera di sangue, incidente mortale sul raccordo Salerno-Avellino

  • Elezioni regionali, chi sono i quattro eletti in Irpinia

  • Incidente mortale sul Raccordo Avellino-Salerno: le immagini del drammatico sinistro

  • Violenta aggressione ad Avellino, dipendente di un bar finisce all'ospedale

  • Incidente mortale, il dolore degli amici di Emanuele

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento