rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Economia Montella

Eurocastanea, Caputo: "Irpinia vanta qualità e reddittività di prodotto pronte a concorrere con le altre regioni"

La produzione castanicola di tutto il mondo celebrata a Montella

Si è aperto ieri, a Montella, l'evento Eurocastanea 2022. La manifestazione, nata nell’ambito dell’European Chestnut Days, ha riunito stakeholder e operatori di dodici paesi per fare il punto sul presente e sul futuro della castagna, dopo gli anni bui alle prese con la crisi dovuta al cinipide. Alla presenza del Ministro per le politiche agricole Stefano Patuanelli, esperti del settore si sono confrontati con focus tematici per approfondire come rilanciare il segmento agricolo.

L’evento che si svolgerà fino al 14 settembre è stato definito il G7 della castanicoltura ed è stato promosso dal Distretto della Castagna e del Marrone della Campania e dal network europeo del castagno che riunisce le organizzazioni dei produttori di Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Grecia e Austria, insieme a Interprofessional Union of Chestnut in South-West France-SNPC, National Union of Chestnut Producers, Interco Aquitaine, AREFLH, Refcast, Red Estatal del Castaño, ARGE Zukunft Edelkastanie, CSDC, Centro di Studio e Documentazione sul Castagno, Centro Regionale di Castanicoltura del Piemonte. 

A questa importante iniziativa non è mancato il sostegno dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e la partecipazione dell'assessore Nicola Caputo. 

"Come assessorato abbiamo sempre prestato molta attenzione per il settore castanicolo, lavorando per esempio alla costituzione del Distretto attraverso il cofinanziamento regionale in affiancamento al finanziamento nazionale - esordisce l'assessore Nicola Caputo - Siamo stati impegnati sulla legge per il settore della Castanicoltura e per la lotta al cinipide. La castanicoltura é un settore fondamentale per l’economia della nostra regione. Il valore complessivo del comparto oggi ammonta a circa 100 milioni di euro annui, e si posiziona come uno dei settori chiave dell’economia campana, soprattutto delle aree interne. L’Irpinia, in particolare, vanta qualità e reddittività di prodotto pronte a concorrere con le altre regioni del Centro Italia. Complessivamente la produzione regionale si attesta intorno al 40% per cento della produzione nazionale"

La visita di Caputo è proseguita presso la storica azienda Malerba.

"Quando si passa per Montella non si può fare a meno di far visita all’ Azienda Agricola Malerba Castagne che da cinque generazioni opera nel settore castanicolo ed è oggi tra le aziende leader nella produzione e trasformazione di Castagne. Salvatore Malerba, con la sua solita energia, mi ha parlato del suo lavoro per la salvaguardia della tradizione e dell’innovazione tecnologica che fa dei suoi prodotti un punto di riferimento per la castanicoltura Irpina. Salvatore ci ha illustrato con orgoglio tutti i suoi prodotti a base di castagna realizzati dall’Azienda Malerba: dalle castagne del prete alle marronate, dai liquori alla pasta a base di farina di castagna, dalle castagne insaporite al whisky al miele. In particolare, ci si è soffermati sulla birra alla castagna di Montella un prodotto, ci spiega Salvatore, realizzato anche grazie al supporto delle risorse del PSR".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eurocastanea, Caputo: "Irpinia vanta qualità e reddittività di prodotto pronte a concorrere con le altre regioni"

AvellinoToday è in caricamento