rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Economia

Esteso agli agriturismi il bonus ristorazione

Grazie ad una modifica sostenuta da Coldiretti rientrano nel sussidio anche le attività di ristorazione connesse alle aziende agricole

Con una modifica sostenuta da Coldiretti, durante l’iter di conversione è stato esteso il “bonus ristorazione”, di cui all’articolo 58 del “decreto-legge agosto”, anche agli agriturismi con codice ATECO prevalente 56.10.12. (“Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole”).

L’articolo 58 ha istituito un Fondo presso il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, con una dotazione di 600 milioni per l’anno 2020, che costituisce limite di spesa, destinato all’erogazione di un contributo a fondo perduto per l’acquisto di prodotti di filiere agricole e alimentari anche DOP e IGP, compresi quelli vitivinicoli, al fine di valorizzare la materia prima del territorio. 

Per poter accedere al contributo, i soggetti beneficiari devono dimostrare di aver subìto un calo di fatturato e corrispettivi tra marzo e giugno 2020 di almeno tre quarti rispetto al medesimo periodo del 2019. Alle imprese che hanno avviato l’attività a decorrere dal 1° gennaio 2019 il contributo spetta anche in assenza del suddetto requisito relativo alla riduzione di fatturato e dei corrispettivi.

I criteri, le modalità di erogazione e l’ammontare del contributo verranno definiti con un decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esteso agli agriturismi il bonus ristorazione

AvellinoToday è in caricamento