menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Equitalia chiude i battenti: le multe sono escluse dalla rottamazione

Rottamate anche le cartelle Iva, esclusa solo "l'imposta sul valore aggiunto riscossa all'importazione"

Come ben sappiamo, Equitalia chiuderà e dal 1 luglio del 2017 anche gli avellinesi dovranno recarsi alla "Agenzia delle Entrate-Riscossione"; un ente pubblico economico, sottoposto all'indirizzo e alla vigilanza del Mef. Il nuovo presidente sarà il direttore dell'Agenzia delle Entrate. Lo stabilisce il nuovo decreto fiscale firmato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Il decreto in auge prevede l'esclusione delle multe stradali dalla rottamazione, ma non i loro interessi. Si riaprono inoltre i termini della voluntary disclosure. Dall'entrata in vigore del decreto fiscale sarà possibile ricorrere alla procedura di collaborazione volontaria ma fino al 31 luglio 2017. Il limite temporale per le violazioni sanabili riguardano quelle commesse fino al 30 settembre 2016. 

La "definizione agevolata" delle cartelle di Equitalia garantirà nel 2017 un gettito erariale di 2 miliardi di euro, come spiega la Relazione tecnica del decreto fiscale. La rottamazione, insieme all'effetto degli interventi di potenziamento della riscossione, porterà ad un totale di 3,7 miliardi nel triennio 2017-2019.

Rottamate anche le cartelle Iva, esclusa solo "l'imposta sul valore aggiunto riscossa all'importazione". Sono anche escluse le somme dovute "a titolo di recupero di aiuti di Stato, i crediti derivanti da pronunce di condanna della Corte dei Conti, le multe, le ammende e le sanzioni pecunarie dovute a seguito di provvedimenti e sentenze penali di condanna".

Nel testo del decreto fiscale c'è spazio anche per il tema dell'accoglienza, con risorse destinate all'attivazione, locazione e gestione dei centri per stranieri irregolari incrementate di 600 milioni. Inoltre, quale concorso dello Stato agli oneri che sostengono i Comuni che accolgono i richiedenti asilo è autorizzata la spesa di 100 milioni per il 2016 e l'istituzione di uno specifico fondo. Un decreto del ministero dell'Interno definirà le modalità di riparto delle risorse per un massimo di 500 euro a richiedente.

Fonte Today

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento