menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sindacati divisi sulla vertenza lavoro in Elital

Accuse reciproche di trattative sotterranee. Intanto annunciano di voler far partire i decreti ingiuntivi a Massimo Pugliese

La questione Elital spacca i sindacati. Fiom Cgil, Fim Cisl, Uilm e Ugl metalmeccanici da una parte e la Fismic da un'altra. Accuse reciproche di trattative sotterranee.  La rottura si è consumata sulla vertenza Fim Sud.

Per Altieri quello che ha consumato la Fismic è "l'atto più increscioso della storia del sindacato irpino. Quando si partecipa ai tavoli con tutte le organizzazioni sindacali e poi si sottoscrivono accordi sottobanco per salvare solo i propri tesserati e tutelare un imprenditore che non garantisce i diritti dei lavoratori, allora si è in malafede. E se questo significa fare sindacato moderno, come dice il segretario Fismic Giuseppe Zaolino, allora io voglio rimanere un conservatore". Dall'altra Zaolino riunisce i suoi e annuncia: "con molta onestà penso che questa sia una stupidaggine il problema non è scegliere con chi fare il sindacato, questo è un diritto dei lavoratori, se hanno scelto Zaolino e la Fismic, e noi siamo la prima organizzazione nella Fma e in tante grandi fabbriche, il problema è degli altri. Loro non possono accampare pretese, ma in ogni caso sanno anche che con un uomo di esperienza come Zaolino si può sempre fare una mediazione perché un sindacato diviso serve a ben poco mentre un sindacato unito ha più speranze per risolvere le vertenze".

Intanto i problemi per gli operai dell'Elital restano.   Questo pomeriggio partiranno i decreti ingiuntivi contro l'imprenditore Massimo Pugliese.

Sergio Scarpa non è tenero: "sappiamo che ieri ha pagato gli arretrati agli operai di Merano, e a quelli irpini no, nonostante in Regione avesse assicurato che entro il 30 settembre avrebbe provveduto. Ha paventato la possibilità di riassorbimento nella Panamed azienda fantasma che si occupava della manutenzione dell'aeroporto di Fiumicino. Non possiamo permettere che i lavoratori perdano, come accaduto per le sei mensilità della Fim Sud, quanto gli è dovuto. Per questo l'unica via da seguire è quella dei decreti ingiuntivi". Fare impresa diventa sempre più difficile

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento