menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, stop a mutui e bollette: il Governo prepara le misure anti-crisi

L'annuncio del Ministro Patuanelli

Dopo l'estensione delle restrizioni a tutto il territorio nazionale, a causa dell'emergenza Coronavirus, il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, ha annunciato le misure anti crisi alle quali il Governo sta lavorando in queste ore. "Stiamo lavorando alla sospensione dei pagamenti di mutui, bollette, tributi su tutto il territorio nazionale”, ha detto Patuanelli ai microfoni di Radio Capital. "Stiamo lavorando - ha continuato - perchè su tutto il territorio nazionale ci siano misure per la cassa integrazione e per il lavoro, sospensione dei mutui, accesso ai crediti, misure per le famiglie. Nessuno deve rimanere senza stipendio, stiamo lavorando a misure per la cassa integrazione per tutte le categorie di lavoratori“.

Garantire la sopravvivenza di professionisti e artigiani

Per il Ministro bisogna "garantire la liquidità alle imprese e quindi stiamo lavorando con l’Abi per la sospensione dei mutui bancari, dei tributi e delle bollette su tutto il territorio nazionale e anche per le partite Iva che devono versare entro il 16 marzo. Stiamo valutando tutti gli strumenti per là sopravvivenza di professionisti e artigiani”. Le risorse, per tali misure, ammonta a circa 7,5 miliardi di euro, anche se il deficit potrebbe salire a 10 miliardi, a limite della soglia UE del 3% del Pil.

Pronti a superare il limite del deficit

La misura del deficit sarà superiore al 7,5 miliardi di euro - ha spiegato Patuanelli - Dobbiamo passare alle Camere per l’approvazione ci lasceremo un margine di deficit più alto e la possibilità di maggiori interventi. Dieci miliardi? L’ordine di grandezza è quello Ci lasceremo un po’ di margine in questo primo provvedimento, ovvero indicheremo un deficit leggermente piu’ alto in modo da avere più possibilità d interventi, non è detto che utilizziamo tutto il gettito nel primo decreto. Si può dire che il limite che avevamo messo a 7,5 miliardi verrà sperato“.

Per tali misure (almeno la prima tranche) il Consiglio dei Ministri dovrebbe riunirsi oggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento