Coronavirus, aiuti al reddito: il Governo lavora al Decreto di aprile

Alcuni bonus, come quelli per le Partite Iva, potrebbero aumentare

Un aiuto immediato, indispensabile per molti lavoratori autonomi. Secondo il viceministro dell'Economia, Antonio Misiani, con il prossimo dl di aprile, per far fronte all'emergenza coronavirus, è possibile che l'indennità per le partite Iva sia aumentata fino a 800 euro, dagli attuali 600. "Credo sia ragionevole chiedere l'aumento della cifra. Lavoriamo per farlo, con un minimo di selettività in più", ha spiegato, sottolineando che "il dl sarà molto consistente. Credo che andremo oltre i 25 miliardi del decreto marzo".

Bonus partite Iva può salire a 800 euro

In pratica l'assegno di marzo resterebbe a 600 euro (l'Inps aprirà il suo sito alle richieste da domani, mercoledì 1 aprile 2020). Invece l'assegno passerebbe a 800 euro ad aprile e maggio.

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà, ha soiegato che il decreto arriverà "prima delle scadenze del 16 aprile, perché le aziende si ritroveranno di fronte a nuove scadenze fiscali. Dobbiamo arrivare con un nuovo dl che permetta di poter sospendere, rinviare e aiutare per aprile le partite iva, gli autonomi e le tante aziende che hanno bisogno di fondi di garanzia".

Coronavirus, che cosa può esserci nel decreto di aprile

Nuove misure per favorire la liquidità delle imprese, le semplificazioni, il possibile stop al pagamento dell'Imu e della Tasi. Sono queste alcune delle misure allo studio del governo per il decreto di aprile, chiamato a varare interventi di ristoro dell'economia gravemente colpita dall'emergenza del coronavirus, oltre che a rifinanziare gli ammortizzatori sociali universali l'indennità per gli autonomi.

Il decreto potrebbe raggiungere complessivamente i 30 miliardi, più (si augurano a Palazzo Chigi) 11 miliardi di circa di fondi europei della programmazione 2014-20 non ancora spesi dall'Italia. Il provvedimento potrebbe andare di pari passo con il dl semplificazioni, o addirittura inglobarlo. Tra le opzioni nuove forme di garanzia per fornire liquidità alle imprese con il coinvolgimento di Cdp. Sul fronte degli enti locali si ragiona all'ipotesi di congelare il pagamento dell'Imu e della Tasi di aprile e maggio, prevedendo per i Comuni più in difficoltà l'intervento di un fondo ad hoc con azioni di sostegno mirate. Tra le ipotesi allo studio anche l'estensione della platea dei beneficiari del credito d'imposta al 60% sugli affitti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indennità di 600 euro per gli autonomi potrebbe arrivare a 800 euro ma è difficile immaginare che diventi strutturale: il vice ministro al Mef Antonio Misiani l'ha messo in chiaro.

Leggi la notizia su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le strisce pedonali colorate sono pericolose: multato il Comune di Avellino

  • Moscati, la rabbia del personale del Pronto Soccorso: "Non c'è nulla da festeggiare"

  • Avvistamento della "pantera" a Campetto Santa Rita, accertamenti in corso dei carabinieri

  • Coronavirus, gli irpini scelgono di tenere la mascherina: ecco cosa comporta non indossarla

  • Bonus per i nonni irpini che accudiscono i nipoti, ecco come funziona

  • Aumento dei casi di Covid-19 in Campania, De Luca preannuncia l'Operazione Verità

Torna su
AvellinoToday è in caricamento