Consumo del suolo, ad Avellino raggiunta l'entità del 5,5%

È questo il dato saliente che emerge dal rapporto sul consumo di suolo 2015 presentato nei giorni scorsi a Milano dall'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale)

In Campania sono stati consumati 1.136 km2 di suolo (8,3% della superficie). Ma la porzione di territorio alterata dal consumo di suolo ha raggiunto l’entità di 8.696 km2 (63,72%). È questo il dato saliente che emerge dal rapporto sul consumo di suolo 2015 presentato nei giorni scorsi a Milano dall’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) ed estrapolato dal Centro Studi ANCE Salerno. 
Se si scende nel dettaglio delle singole province è l’area del Napoletano a guidare questa graduatoria con 34.794 ha di suolo consumato (29,5%). Seguono la provincia Salerno (31.430 ha, 6,4%); Caserta (21.235 ha, 8%); Avellino (15.341 ha, 5,5%); Benevento (10.795 ha, 5,2%). 
La media complessiva di suolo consumato in Campania è pari all’8,3%: circa tre punti percentuali in più della media Italia (5,8%). Ne consegue che anche la percentuale di suolo non consumato (91,7%) è superiore alla media Italia (94,2%). Complessivamente il suolo consumato in Campania incide per il 6,5% sul totale Italia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Nuovo Clan Partenio" in ginocchio, i dettagli dell'operazione

  • Avellino, maxi blitz contro il nuovo clan Partenio: 23 arresti

  • Guida Espresso 2020, i migliori ristoranti in Irpinia

  • Bimbo nato morto alla clinica Malzoni, effettuata l'autopsia

  • "Partenio 2.0": le intercettazioni tra Damiano Genovese e il padre

  • Antiche ricette d'Irpinia: tempo di vendemmia tempo di 'Cazzi Malati'

Torna su
AvellinoToday è in caricamento