Economia Viale Italia

Clinica Malzoni, una sanità di eccellenze

Due medici della struttura privata ai vertici di congressi scientifici di ginecologia e urologia. La soddisfazione di Salvatore Bilancio, amministratore delegato del gruppo sanitario

A distanza di poche ore due professionisti del Gruppo Malzoni presiedono due importanti Congressi scientifici, uno di ginecologia endoscopica e l’altro di urologia. "È la dimostrazione che il Gruppo Malzoni, aldilà delle difficoltà economiche che vive e che sta vivendo, tra l’altro, tutto il comparto, raccoglie in se professionisti che amano il proprio lavoro, lo fanno con passione, dedizione e soprattutto sono tra i più attivi nella ricerca sanitaria, studiano ed applicano nuove tecniche d’intervento e nuovi farmaci che li rendono punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale. Questa è l’anima della nostra mission sanitaria a conferma che la Malzoni è un’eccellenza del Mezzogiorno d’Italia" con queste parole Salvatore Bilancio, amministratore delegato del Gruppo Malzoni, si complimenta a nome dei vertici dell’azienda avellinese con il dott.ri Mario Malzoni e Stefano Pecoraro entrambe in questi giorni impegnati a presiedere le società scientifiche e le relazioni congressuali relative alle loro specializzazioni.

 Mario Malzoni è stato eletto per acclamazione presidente della SEGI, società di endoscopia ginecologica italiana, nel corso del congresso che si è tenuto a Roma dal 24 al 27 maggio. Il medico 46enne avellinese, figlio di Carmine e nipote di Mario fondatore della Clinica Malzoni Villa dei Platani, è tra i maggiore esperti mondiali della chirurgia laparoscopica ed endoscopica ovarica. I numerosi interventi chirurgici e relazioni congressuali richieste in ogni dove, fanno del dott. Mario Malzoni un vanto per la Campania.

E quasi in contemporanea, a Giardini Naxos (ME), il dott. Stefano Pecoraro, presidente UrOP tiene il “X Congresso Nazionale della società. Nella cornice sicialiana, il professionista salernitano ha discusso con Paulo Egydio e i colleghi provenienti da tutta Europa delle tecniche di allungamento penieno a causa di carcinomi e di disfunzione erettile che coinvolge oltre 3,5 milioni di italiani risultando la patologie urologica di maggiore impatto sociale nell’uomo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clinica Malzoni, una sanità di eccellenze

AvellinoToday è in caricamento