menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vertenza Cgs, i sindacati: "Consiglieri regionali e Prefetto sono indifferenti"

"Appare sempre più incomprensibile - scrivono i sindacati - come di fronte a difficoltà tanto gravi ed  urgenti i rappresentanti della politica Irpina, in primis i consiglieri regionali,  non si pongano il problema, nonostante le continue sollecitazioni, lavandosene completamente le mani"

Cgil Cisl, Uil e Ugl unitamente ai segretari di Fim, Fiom, Uilm e Uglm hanno convocato una conferenza stampa  al fine di esaminare la delicata vertenza ASI/CGS e concordare le iniziative da intraprendere.

"Appare sconcertante, nonostante le sollecitazioni avanzate in questi mesi,  l’indifferenza della classe politica locale ed anche della Prefettura che avrebbe dovuto  favorire un incontro, mai ottenuto,  con i vertici della Regione - scrivono in una nota - 

Incontro che sarebbe dovuto servire ad  analizzare le difficoltà dell’Asi e della sua partecipata CGS la quale rischia il rigetto del concordato e di conseguenza il fallimento. Sarebbero in questo caso  gravi le conseguenze per le industrie Irpine, azzerando così  ogni ipotesi di ripresa e di rilancio dell’economia del territorio.

Le preoccupazioni espresse  dal Presidente Belmonte in questi giorni danno ragione alla posizione espressa da parte di FIM FIOM UILM e UGL da un anno a questa parte dove  a più riprese è stato evidenziato come la condizione della Società CGS  senza interventi mirati e risolutivi fosse destinata a precipitare.

Appare sempre più incomprensibile come di fronte a difficoltà tanto gravi ed  urgenti i rappresentanti della politica Irpina, in primis i consiglieri regionali,  non si pongano il problema, nonostante le continue sollecitazioni, lavandosene completamente le mani. Ci piacerebbe che la guerra fra correnti e fra partiti lasci spazio ad  un sano e costruttivo confronto sulle vere questioni  che affliggono la nostra Provincia partendo dai problemi dello sviluppo e della depurazione fin ora incautamente sottovalutati.

Ci troviamo costretti contro questa indifferenza e preoccupati per lo stato di inerzia che registriamo da troppo tempo a proclamare iniziative di lotta per richiamare ogni soggetto alle sue responsabilità"

Domani alle ore 11.00 presso il Circolo della Stampa in Corso Vittorio Emanuele ne sapremo di più.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento