menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cause civili, Tribunale affollato: 14 ogni 1000 abitanti

Avellino si piazza al 16esimo posto a livello nazionale con quasi 14 cause ogni mille abitanti

Ecco scoperto perchè il Tribunale di Avellino è sempre gremito. Secondo uno studio del Sole24ore se quasi ovunque i processi civili stanno diminuendo, ci sono però sedi che restano ad alto tasso di litigiosità. 

Avellino si piazza al 16esimo posto a livello nazionale con quasi 14 cause ogni mille abitanti.

Sono concentrate nel Sud Italia le aree più litigiose: secondo l’elaborazione del Sole 24 Ore del lunedì sui dati del ministero della Giustizia. 

Ma nelle prime venti posizioni troviamo Salerno al quarto posto con quasi 19 cause ogni mille abitanti, Napoli al nono posto (16), Caserta alla posizione numero 11 (16), Benevento al 22esimo posto (12).

La classifica è il risultato dell’elaborazione sulle statistiche ministeriali relative ai ricorsi civili avviati nel 2015 nei tribunali italiani. I dati sono stati ricondotti a livello provinciale (o di area metropolitana), accorpando gli uffici giudiziari.

Per fotografare il tasso di litigiosità dei territori sono stati considerati solo i procedimenti civili di “contenzioso puro” in tribunale, mentre sono esclusi i fallimenti, le esecuzioni e le cause non contenziose (come le separazioni consensuali e la volontaria giurisdizione, che comprende, ad esempio, le autorizzazioni per gli atti per le persone dichiarate incapaci).

Le ragioni dei diversi livelli di litigiosità sono molteplici. Quel che è certo però è che i tribunali più sotto pressione faticano a rispondere alla domanda di giustizia dei cittadini. Tanto che le aree con più ricorsi sono quasi sempre anche quelle dove i processi durano di più. Secondo i dati del ministero della Giustizia, servono 2 anni e nove mesi per chiudere un contenzioso civile in tribunale: 992 giorni in media al 30 giugno scorso, in calo rispetto ai 1.007 giorni di fine 2015. Ma nei tribunali delle province più litigiose (con l’eccezione di Roma) la durata media è superiore al dato nazionale.

La classifica cambia – in parte – se si considerano, oltre alle liti pure, anche i procedimenti civili non contenziosi (ma continuando a tenere fuori esecuzioni e fallimenti, peculiari per rito e finalità). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento