Ad Avellino nasce la delegazione campana dell’Unione nazionale contoterzisti agromeccanici e industriali

Ha assunto la carica di presidente l’imprenditore avellinese Marco Todisco

È nata, ad Avellino, la delegazione campana dell’Uncai, l’Unione nazionale contoterzisti agromeccanici e industriali. Ha assunto la carica di presidente l’imprenditore avellinese Marco Todisco. L’organigramma si completa con il vice Angelo Frattolillo – anche presidente di Confagricoltura Avellino - e i consiglieri Marco Trani e Vincenzo Ciccarella. “Su spinta di imprenditori locali abbiamo costituito Uncai Campania. Il prossimo passo sarà presentarci sul territorio. In dicembre chiameremo a raccolta i contoterzisti di Avellino, mentre nei mesi successivi organizzeremo degli incontri nelle altre province campane”, ha dichiarato soddisfatto il presidente nazionale di Uncai Aproniano Tassinari, presente all’atto costitutivo con Donato Rossi della Giunta di Confagricoltura e Angelo Frattolillo, presidente di Confagricoltura Avellino e vice presidente di Confagricoltura Campania. “L’associazione offrirà servizi di consulenza sul contratto agromeccanico e sulla sicurezza. Sgraverà le imprese dagli obblighi burocratici relativi ai permessi di circolazione dei mezzi agricoli e alla gestione del gasolio agricolo agevolato – ha proseguito Marco Todisco - Inoltre Uncai Campania svolgerà una funzione di monitoraggio dei prezzi praticati dai contoterzisti campani al fine di pubblicare un tariffario regionale delle lavorazioni agromeccaniche che da noi manca per la carenza di coordinamento tra le imprese conto terzi”.

“La nostra Regione – ha spiegato - per la propria conformazione morfologica del territorio e i microclimi delle diverse aree, è caratterizzata da diverse varietà colturali ed è in questi contesti che i 649 contoterzisti agromeccanici campani si trovano ad operare, con gli insilati e la produzione di biomasse del casertano, la produzione ortofrutticola nel napoletano, le produzioni in serra della Piana del Sele nel salernitano, la viticoltura del sannio e la media irpinia per finire alle produzione cerealicole dell’alta Irpinia. Senza per questo escludere, la zootecnia, l’olivicoltura, le foraggere, frutticoltura e la lavorazione del legno, presenti in tutta la Regione”. “Per questo la sinergia con Confagricoltura è essenziale per diffondere le attività dell’Associazione nei diversi territori. In funzione di questo, gli operatori di Confagricoltura Campania saranno formati affinché siano in grado di fornire risposte puntuali anche ai contoterzisti”, ha sottolineato Todisco. Uncai Campania è nata così per fare dei contoterzisti campani dei player a tutti gli effetti in grado di rispondere stabilmente alle richieste sempre più specifiche sia delle piccole aziende agricole sia di quelle dalle governance articolate e vocate ai mercati internazionali: “Operatori agromeccanici che con coraggio sappiano mettere a fattor comune l’esperienza maturata in campo su macchine tecnologicamente avanzate e che meritano l’istituzione di un loro Albo professionale regionale”, ha concluso Todisco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo giovanissimo si lancia dal Ponte della Ferriera

  • Migliori bar di Avellino, ecco la "Top Ten" di novembre 2019

  • Nuovo Clan Partenio, vent'anni di turbativa d'asta: si stringe il cerchio

  • Si lancia dal Ponte della Ferriera, le condizioni del 13enne

  • Giù dal Ponte della Ferriera, gli ultimi aggiornamenti sulle condizioni del 13enne

  • Schianto spaventoso, auto si ribalta in autostrada

Torna su
AvellinoToday è in caricamento