menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Area Vasta, si programma lo sviluppo dell'hinterland

Gli Assessori Arturo Iannaccone (Fondi Europei) e Ugo Tomasone (Urbanistica), coadiuvati dallo staff del PIU Europa, hanno illustrato ciò che è stato fatto in questa fase di avvio incentrata a dare ai Comuni aderenti all'Area Vasta di Avellino un'unica visione progettuale

Area Vasta di Avellino: dopo i tavoli tematici al via i confronti con i portatori d’interesse per lo sviluppo del territorio Si è tenuto a Palazzo di Città un primo incontro con associazioni di categorie, sindacati, ordini professionali per fare il punto della situazione sul percorso intrapreso sull’Area Vasta di Avellino e soprattutto per raccogliere osservazioni, suggerimenti, proposte dai protagonisti attivi della realtà cittadina e provinciale in merito alle politiche e alle dinamiche di sviluppo del territorio.

Gli Assessori Arturo Iannaccone (Fondi Europei) e Ugo Tomasone (Urbanistica), coadiuvati dallo staff del PIU Europa, hanno illustrato ciò che è stato fatto in questa fase di avvio incentrata a dare ai Comuni aderenti all’Area Vasta di Avellino un’unica visione progettuale concertata dal basso. “Una nuova ed importante sfida questa della programmazione FESR 2014/2020 – ha evidenziato l’Assessore Iannaccone – che ha una dotazione di circa 4miliardi di Euro ed è incentrata in modo particolare sul completamento delle infrastrutture”. “Siamo in una fase di impostazione – ha chiarito l’Assessore Tomasone – e proprio per questo sono determinanti i contributi che ci vengono offerti dai portatori d’interesse al fine di portare avanti, tutti insieme, l’ambizioso progetto dell’Area Vasta che si fonda sull’idea di unire le forze”.

L’attenzione si è poi focalizzata sulle proposte progettuali raccolte nel corso dei vari tavoli tematici itineranti. Tra queste le tematiche prioritarie individuate e già avviate riguardano la valorizzazione dell’identità culturale e turistica ovvero la valorizzazione del patrimonio storico, culturale, religioso ed ambientale dell’Area Vasta cercando di mettere in rete le eccellenze in questo settore. In questa ottica dai tavoli tematici è emerso che i territori dei comuni dell’Area Vasta di Avellino custodiscono delle vere e proprie eccellenze dal punto di vista turistico che necessitano solo di essere valorizzate nel migliore dei modi e di diventare dei forti attrattori turistici come per esempio il complesso di Montevergine, il percorso archeologico Abellinum, la Basilica dell’Annunziata di Prata P.U., i borghi storici di Monteforte, Montoro e Serino e i palazzi signorili, il percorso enogastronomico e le vie del vino nei comuni del Greco di Tufo, Manocalzati e Montefredane. Il tutto finalizzato a realizzare un vero e proprio pacchetto di offerta turistica fortemente attrattivo. Altra tematica individuata e già avviata è quella del corridoio ecologico con la creazione di un itinerario che partendo dal Parco del fiume Fenestrelle arriva fino al Parco Solofrana passando per il Parco del fiume Sabato.

Un itinerario finalizzato alla valorizzazione del paesaggio, delle aree protette e della biodiversità attraverso infrastrutture legate alla mobilità con percorsi ciclopedonali, il recupero delle emergenze architettoniche e la mitigazione del rischio idrogeologico. Sono invece ancora in una fase di impostazione le tematiche inerenti l’innovazione (attraverso l’implementazione di un sistema informatico omogeneo per tutti i Comuni dell’Area Vasta di Avellino per la gestione dei servizi front-office delle Pubbliche Amministrazioni e la creazione di una piattaforma digitale per la promozione del territorio con particolare riferimento alle filiere enogastronomiche e al turismo) e il welfare (con il progetto pilota di Housing Sociale, i servizi innovativi per l’infanzie e gli anziani ed il progetto di riqualificazione e modernizzazione degli istituti scolastici dell’Area Vasta). Nei prossimi incontri verranno inoltre affrontate le tematiche legate all’energia sostenibile e quindi al PAES, alla prevenzione dei rischi naturali e antropici, alla gestione del ciclo dei rifiuti e ai trasporti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, 86enne deceduto al Frangipane

  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, deceduto 68enne al Moscati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento