Domenica, 13 Giugno 2021
Cucina

Tutti a tavola, pasta allo scarpariello

Dopo una lunga giornata di lavoro non c'è niente di meglio di un buon piatto di pasta, meglio se è una ricetta tutta campana

La pasta allo scarpariello è un piatto cult della tradizione campana. Come la maggior parte delle ricette tradizionali della cucina nostrana, si prepara con pochi e semplici ingredienti , spesso avanzati dal giorno prima.

L'etimologia del nome "scarpariello" proviene da scarparo, cioè calzolaio. Una volta era la pasta del lunedì, giorno di chiusura della bottega, in cui si cucinava con gli avanzi della domenica o con i formaggi dei clienti che non avevano i soldi per pagare il lavoro dell'artigiano. Oggi è un piatto che puoi cucinare in brevissimo tempo dopo una lunga giornata di lavoro.

La ricetta è semplicissima.

Ingredienti:

250 g. di pasta di Gragnano

500 g. di pomodori freschi per il sugo

parmigiano grattugiato

pecorino romano

olio extra vergine di oliva

1 spicchio d'aglio

peperoncino

basilico fresco

Preparazione:

Versare l’olio in una padella capiente e aggiungere l’aglio tagliato finemente e il peperoncino. Quando l’aglio sarà imbiondito versare i pomodori tagliati e privati dei semi. Cuocere a fiamma viva per 10-15 minuti.

Su un altro fuoco preparare una pentola con abbondante acqua, portare ad ebollizione e salate, calare la pasta e cuocere al dente. Scolare la pasta e mantecare direttamente nella padella col sugo; aggiungere i formaggi e il basilico e fare mantecare facendo attenzione a non far scuocere la pasta.

Adesso non vi resta che mangiare!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti a tavola, pasta allo scarpariello

AvellinoToday è in caricamento