Cronaca

Violenze sessuali su infermiera irpina, la condanna per l'aggressore è di 5 anni

A pesare sul verdetto l'età del malvivente, non ancor 21enne all'epoca dei fatti

Cinque anni e quattro mesi di condanna per violenze sessuali su tre donne, tra le quali anche un’infermiera irpina. È questa la sentenza decisa dal Tribunale di Napoli nei confronti di un 21enne senegalese che a maggio scorso nei pressi del metropark di Piazza Garibaldi immobilizzó e molestó una donna residente in provincia di Avellino. L’orrore durò più di quaranta minuti. In questo lasso di tempo la malcapitata riuscì ad evitare il peggio, ma fu comunque abusata, morsa e strattonata. Alla fine alla donna furono diagnosticati traumi multipli ed una prognosi di 25 giorni. Poche ore prima il senegalese aveva molestato altre due donne.

Il fatto

Lo scorso 3 maggio, il 20enne era stato arrestato per aver aggredito e poi abusato di un’infermiera. Quest’ultima, terminato il suo turno di lavoro, si apprestava a far rientro a casa ma, nei pressi del parcheggio, si è consumata la brutale violenza.

I carabinieri sono intervenuti per far luce sulla vicenda e hanno scoperto che nella stessa giornata il giovane aveva importunato altre due donne.

La sentenza 

Il tribunale di Napoli ha condannato il cittadino senegalese a cinque anni e 4 mesi. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a cinque anni ed otto mesi. A pesare sul verdetto la scelta del rito abbreviato e l’età dell’imputato non ancora 21enne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze sessuali su infermiera irpina, la condanna per l'aggressore è di 5 anni

AvellinoToday è in caricamento