menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Wine&Flight, prima di viaggiare dall'aeroporto un calice di vino irpino

La linea “Tenute di Altavilla”, della casa vinicola Villa Matilde, farà bella mostra per l’intero mese di gennaio nel point “Tradizione Italiana Cocktail Bar”

Prima di prendere l’aereo da Capodichino perché non sorseggiare un buon bicchiere di vino?

La linea “Tenute di Altavilla”, della casa vinicola Villa Matilde, farà bella mostra per l’intero mese di gennaio nel point “Tradizione Italiana Cocktail Bar” all’Aeroporto Internazionale di Napoli.

Wine&Flight è un mese per celebrare il vino più antico della Campania e d’Italia, elogiato dai più importanti critici internazionali, tra degustazioni guidate, reading e performance culinarie. L’iniziativa rientra nella programmazione di eventi promossi da Italian Food Tradition e Gesac – Aeroporto di Napoli nel Tradizione Italiana Cocktail Bar, il bar inaugurato un anno fa nel ground floor dell’Aeroporto dove sono protagoniste alcune delle più importanti aziende campane riunite nel consorzio Tradizione Italiana.

Il vino viene prodotto dai vigneti che si estendono nella provincia di Avellino: oltre 25 ettari vitati nel distretto delle D.O.C.G. irpine.

Le pendenze notevoli, l’ottima esposizione, le escursioni termiche, la natura tufacea dei terreni e la ricchezza di argille conferiscono ai vini un carattere deciso e una spiccata personalità. I vigneti allevati in queste tenute danno vita a Greco di Tufo, Fiano di Avellino e Taurasi.

L’azienda guidata da Maria Ida e Salvatore Avallone che con dedizione esclusiva proseguono il sogno e il progetto del padre raccogliendone l’importante eredità e guardando ancora oltre, tanto da espandersi nella nostra provincia con nuove vigne, nuovi progetti e vini che raccontano l’identità forte della Campania Felix.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento