rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Montefusco

Si riprende mentre uccide un gattino, il pentimento e ora la paura di ritorsioni: "Basta minacce"

Questa mattina, accompagnato dal padre, è stato sentito presso il Comando dei Carabinieri di Montefusco, dove ha ammesso di aver compiuto il fatto e ha chiesto scusa

"Questa mattina, accompagnato dal padre, è stato sentito presso il Comando dei Carabinieri di Montefusco. Il comandante è stato estremamente garbato, competente e umano. Il minore ha ammesso di aver compiuto il fatto, ha chiesto scusa a tutte le persone che si sono sentite offese da questo gesto e ha maturato la consapevolezza della sciocchezza che ha commesso; chiedendo scusa anche alla famiglia, ai suoi insegnanti e a tutti quelli che lo conoscono”, ha affermato l’avvocato Marcello D’Auria, legale del minore autore del video divenuto in brevissimo tempo virale e che lo ritrae mentre uccide un povero gattino gettandolo nel vuoto.

Si è detto disposto a svolgere lavori socialmente utili presso enti che si occupano della tutela degli animali 

Il ragazzo ha ammesso di aver compiuto una sciocchezza. Un gesto bruttissimo e senza alcuna giustificazione, del quale si è detto profondamente pentito: “Il ragazzo si è assunto le responsabilità del gesto e ha anche manifestato la sua disponibilità a svolgere lavori socialmente utili presso enti che si occupano proprio della tutela degli animali – ha proseguito l’avvocato D’Auria – ha anche rappresentato che, questo video, l’aveva girato il 15 aprile scorso e l’aveva condiviso solo all’interno di un gruppo WhatsApp di amici. Le immagini, successivamente, sono state veicolate anche su altri canali social in assenza della sua volontà. Non è stato lui, dunque, a divulgare il video ma terze persone”. 

Una marea di minacce e insulti, ora il ragazzo ha paura 

Un mare d’indignazione per il video del reato e per il quale ha ricevuto offese di ogni tipo, minacce, a suo dire, e anche l'annuncio di una possibile riunione - domenica a Montefusco - di più persone convocate attraverso un gruppo Facebook: “Ha ricevuto messaggi ovunque, da Facebook, da Instagram, di persone che non conosce, che lo hanno offeso e minacciato. Per questi motivi, ha ovviamente chiesto che l’autorità giudiziaria ponga in essere tutte le misure necessarie per contenere eventuali reazioni violente”. 

Un episodio assurdo e di una inaudita e ingiustificata violenza, per il quale è stata informata la Procura per i minori di Napoli: “Ammetto le mie colpe, ammetto le mie responsabilità e chiedo scusa", ha detto il ragazzo protagonista del video. "Sono pronto a dimostrare concretamente il mio pentimento ma non voglio più che le persone mi offendano e minaccino", ha affermato il ragazzo. Nella speranza che, tutto ciò che è avvenuto, possa in qualche modo essere da lezione per un ragazzo ancora così giovane e che, quindi, ha tutto il tempo del mondo per capire l'importanza del valore della vita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si riprende mentre uccide un gattino, il pentimento e ora la paura di ritorsioni: "Basta minacce"

AvellinoToday è in caricamento