menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Vescovo Aiello celebra la messa insieme agli ammalati del "Moscati"

La messa nella cappella della Città Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”

Il  Vescovo di Avellino, Monsignor Aiello, ha celebrato la messa insieme gli ammalati nella cappella della Città Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”.

Ecco le parole pronunciate nel corso della messa:

“Siamo tutti peccatori, a cominciare da me, ma questa condizione umana è la via obbligata per cercare di metterci nei panni dell’altro e condividerne la condizione umana e spirituale”.

Al termine della funzione, il Vescovo ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

“Il Moscati è un luogo d’eccellenza, sia nella struttura che nelle prestazioni. Ci lamentiamo troppo spesso. Invece le cose virtuose bisogna indicarle, ricordarle sempre. Ma non basta, non basta per guarire la competenza, c’è bisogno di umanità. Una testimonianza, questa, che San Giuseppe Moscati ha portato avanti nella sua professione. Non dobbiamo dimenticare che il dolore è un elemento di vita. Faccio riferimento a quei cancri senza sintomi che si scoprono quando sono già esplosi. E’ un esempio, in negativo, di una malattia dove il dolore è assente. Quindi il dolore diventa un campanello d'allarme, un segno di vita: normalmente percepiamo il dolore sempre in negativo , in realtà sentire dolore è sentirsi vivi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento