menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accusato di aver stuprato l'ex per venti giorni, assolto

Tutto è iniziato nel 2016, adesso la decisione

Siamo nel 2016, quando una relazione sentimentale iniziò a rivelare tutte le sue crepe. Lei non vedeva più nel suo uomo l'amore dei primi tempi, e decise di allontanarsi. Lui, però, come spesso accade in questi casi, non accetta la separazione. 

Una sera, infatti, si presenta sotto casa sua e, non con poca difficoltà, la convince a salire in macchina. Qui, dagli atti processuali, emerge che la donna ha raccontato di essere stata sequestrata per venti giorni. Un autentico incubo nel quale sarebbe stata stuprata ogni singolo giorno.  

Questa testimonianza era valsa l'arresto del 39enne che, però, aveva sempre respinto con forza l'accusa di violenza sessuale. Al termine del rito abbreviato, il gup Giovan Francesco Fiore, aveva condannato l'imputato a cinque anni e quattro mesi.  

L'Appello, adesso, si è chiuso con l'assoluzione con formula piena dal reato di stupro. Il difensore dell'accusato ha dimostrato in aula l'inattendibilità delle parole della vittima, colme d'incongruenze. La più importante delle quali, è rappresentata da un presunto episodio avvenuto proprio nel corso del sequestro: in quell'occasione, la donna affermava di essere uscita in compagnia dell'imputato e di aver incrociato tre poliziotti, ma senza chiedere aiuto.  Una scelta profondamente discutibile, che non aveva convinto per nulla la difesa e neanche i giudici, che hanno optato per l'assoluzione.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Fella fulmina il Bari, l'Avellino vola: 1-0

  • Cronaca

    Avellino, la polizia municipale sequestra 300 kg di frutta

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento