Macchina in vendita a prezzo conveniente, ma è la solita truffa

Due persone denunciate

I Carabinieri della Stazione di Calitri hanno deferito in stato di libertà un 28enne ed un 35enne della provincia di Catania, ritenuti responsabili del reato di truffa. L’attività svolta dai militari dell’Arma prende spunto dalla denuncia sporta dalla vittima che, in cerca di un buon affare, era stata attratta dal prezzo oltremodo conveniente di un’autovettura in vendita su un noto sito di annunci on-line. Non esitava quindi a contattare telefonicamente l’inserzionista, sia per avere maggiori chiarimenti sul veicolo sia per ridurre al minimo il suo dubbio che potesse trattarsi di una truffa. Venivano così fornite dettagliate informazioni e varie foto che conquistavano la fiducia dell’acquirente il quale non esitava a pagare, mediante bonifico, la somma di circa 5mila. Ma l’acquisto non andava a buon fine poiché il “venditore”, incassata la somma pattuita, ometteva la consegna del veicolo e si rendeva irreperibile.

Solo a questo punto l’acquirente non aveva più alcun dubbio del raggiro in cui era incappato e non indugiava a denunciare quanto accadutogli. Le indagini condotte dai Carabinieri consentivano di addivenire all’identificazione dei due presunti responsabili che, alla luce delle evidenze emerse, sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria. Si ricordano ancora una volta gli utili consigli riportati con l’iniziativa “Difenditi dalle truffe”, nata per forte volontà dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino ed attuata in modo capillare sul territorio da parte di tutti i reparti dipendenti, per la specifica prevenzione di tale reato predatorio. È importante saper riconoscere le situazioni più a rischio e, di conseguenza, i comportamenti da assumere, diffidando sempre degli acquisti oltremodo convenienti, trattandosi verosimilmente di una truffa o di prodotti rubati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • "Quando morirò lasciami dove vuoi" e lei abbandona il cadavere per strada

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Terrore ad Avellino, donna inseguita da malvivente fino a casa

Torna su
AvellinoToday è in caricamento