Valanga a Lecco, uno dei soccorritori morti è irpino

I corpi delle due vittime sono stati recuperati

Uno dei due alpinisti morti nella valanga sulla Grignetta, nel Lecchese, è di origini irpine. Stiamo parlando di Giovanni Giarletta, 37enne residente a Lecco ma originario di Montoro.

La vicenda è ben nota: le due vittime, Ezio Artusi, 41enne di Introbio e, appunto, Giovanni Giarletta, erano membri esperti del soccorso alpino. Un terzo alpinista, inizialmente dato per disperso, è invece rimasto illeso ed è sceso da solo a valle.

I corpi delle due vittime sono stati recuperati.

"L'intero Corpo piange questi due nostri amici" ha commentato in una nota ufficiale  il presidente nazionale del Cnsas, Maurizio Dellantonio, ricordando che i due "erano impegnati in un'escursione personale" quando sono stati travolti da "una placca insidiosa di neve".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notizia da Lecco Today 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali: i voti di tutti i candidati irpini

  • Elezioni regionali, chi sono i quattro eletti in Irpinia

  • Coronavirus, chiude il bar Nolurè

  • Elezioni regionali 2020: i risultati in Irpinia

  • Scuola, caos e rabbia ad Atripalda: 'volano stracci' tra la dirigente e le mamme

  • A Mirabella Eclano uno dei wine resort più suggestivi d'Italia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento