rotate-mobile
Cronaca Cervinara

Ustionato a morte dal vicino, autopsia sul corpo di Giuseppe Tirone: la difesa prepara le perizie

Dopo dieci giorni di sofferenza, il 28 dicembre scorso, Giuseppe Tirone, 51 anni di Cervinara, è deceduto a causa di gravi ustioni causate da un litigio con un vicino

Dopo dieci giorni di sofferenza, il 28 dicembre scorso, Giuseppe Tirone, 51 anni di Cervinara, è deceduto a causa di gravi ustioni causate da un litigio con un vicino. La mattina del 16 dicembre, Massimo Passariello, 38 anni, lo ha cosparso di liquido infiammabile, portandolo al ricovero presso l'ospedale Cardarelli di Napoli, dove ha perso la vita questa mattina. Il 19 dicembre scorso, ancora, il Gip Cassano del Tribunale di Avellino, accogliendo l'eccezione degli avvocati Vittorio Fucci e Domenico Cioffi, ha ritenuto non legittimo l'arresto in flagranza operato dalla Polizia di Cervinara nei confronti di Massimo Passariello, accusato di tentato omicidio volontario, poiché aveva cosparso di liquido infiammabile e poi dato fuoco al suo vicino a seguito di un litigio. Il Gip, pertanto, ne ha disposto la scarcerazione. Tuttavia, per la gravità del fatto, ha ritenuto di emettere un'ordinanza di custodia cautelare per trattenere in carcere il Passariello, in attesa degli sviluppi dell'indagine.

La Procura della Repubblica di Avellino nella persona della Dott. Cecilia Annecchino ha disposto l’ accertamento utopico sul corpo di Giuseppe Tirone. Per il conferimento dell’ incarico autoptico al professore Giuseppe Buonocore a e al professore Oscar Nappi è stata fissata la Camera di Consiglio per le 10:30 del 5 gennaio 2024. L’ indagato Massimo Passariello, difeso dall’ avvocato Vittorio Fucci e Domenico Cioffi, si avvarrà dei consulenti medico-legali Dott.ssa Teresa Suero e Dott. Pierluigi Vergineo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ustionato a morte dal vicino, autopsia sul corpo di Giuseppe Tirone: la difesa prepara le perizie

AvellinoToday è in caricamento