menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Unione Italiana Ciechi, assemblea dei quadri regionali ad Avellino

Vincenzo Massa neo presidente regionale UICI Campania: "Questa per noi sarà una giornata straordinaria per programmare e progettare il nuovo Ente che si dovrà confrontare con le sfide presenti e future. Non faremo sconti a nessuno e non consentiremo che qualcuno per il proprio tornaconto ci metta casacche politiche per colorare la nostra disabilità"

L’Unione Italiana Ciechi della Campania in preparazione del congresso nazionale, che si svolgerà dal 5 all’8 novembre a Chianciano, ha promosso l’assemblea dei quadri di tutto il territorio regionale per il prossimo 12 settembre nell’aula consiliare del comune di Avellino. 

La giornata intesa, il cui inizio è previsto alle 9, vedrà dopo i saluti di rito l’inizio dei lavori tracciare le proposte di modifiche allo Statuto Sociale che la delegazione campana porterà al prossimo congresso.

La seconda parte della mattinata sarà dedicata alla programmazione delle attività che l’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti della Campania intende promuovere per sostenere l’inclusione sociale della vista di questa terra. Questa di Avellino sarà un’occasione speciale perché oltre alla presentazione del nuovo consiglio regionale e dei cinque consigli provinciali e dei rappresentanti dei comitati giovani dei territori, ci sarà un momento d’incontro con i soci dell’Alta Irpinia con l’inaugurazione della sede zonale di Grottaminarda alle ore 16.

Vincenzo Massa neo presidente regionale UICI Campania "Questa per noi sarà una giornata straordinaria per programmare e progettare il nuovo Ente che si dovrà confrontare con le sfide presenti e future. Non faremo sconti a nessuno e non consentiremo che qualcuno per il proprio tornaconto ci metta casacche politiche per colorare la nostra disabilità. Spero che gli uomini della politica sappiano ritrovare il senso del pudore per cancellare la vergogna dell’elemosinare, che in questi anni ha fatto tutta la dirigenza associativa, per evitare che in Campania dopo 95  anni di storia fosse cancellata la nostra storia. Siamo pronti a rivendicare e progettare perché i fratelli che soffrono in silenzio sono ancora troppi. Vogliamo spegnere in Campania le candeline dei nostri primi 100 anni di storia della gloriosa Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti.". Appuntamento, dunque, sabato 12 settembre alle ore 9 presso l’aula consiliare del comune di Avellino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento