menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ufficio degli invalidi, il paradosso: mancano i parcheggi per i disabili

Auser, Spi Cgil, e Ufficio del Garante Diverse Abilità, scrivono al comadante della Polizia Locale Michele Arvonio, e per conoscenza al sindaco di Avellino, all'ufficio tecnico del Comune e al manager dell'Acs

La sede degli uffici degli invalidi civili - riabilitazione - ausili e sussidi diversamente abili afferente all'Asl di Avellino di via Kennedy senza i due posti riservati al parcheggio dei disabili. Un paradosso in tutti i sensi che si consuma nella città.  

Auser, Spi Cgil, e Ufficio del Garante Diverse Abilità, scrivono al comadante della Polizia Locale Michele Arvonio, e per conoscenza al sindaco di Avellino, all'ufficio tecnico del Comune e al manager dell'Acs "abbiamo atteso oltre un mese per ricevere una risposta positiva". Ma fino ad oggi nulla è stato fatto.

"E' proprio in quella sede - scrivono le sigle associative - che tutti i diversamente abili si recano per il disbrigo di pratiche che hanno sempre il carattere dell'urgenza e della necessità. Il marciapiede antistante risulta, dunque, essere essenziale per la fruizione dei servizi socio-sanitari relativi alla qualità della vita dei disabili. Lo spazio antistante il palazzo di riferimento è parzialmente occupato dalle ambulanze del 118. Lo spazio residuo è però tale da consentire la realizzazione di due posti riservati; e su tale soluzione è pienamente d'accordo anche l'ASL. Il disservizio creato dalla mancanza di parcheggi riservati in un "Luogo sensibile" èassolutamente gravissimo. Il disagio subito dai diversamente abili è quotidiano e dura oramai da troppo tempo. Non si giustifica in alcun modo il comportamento dell'Amministrazione Comunale nel suo complesso, ed in particolare dell'Ufficio Mobilità. A parole tutti sono vicini alle gravi problematiche dei diversamente abili, ma quando si tratta di agire nel concreto ecco che ci si trova dinanzi ad un vergognoso muro di gomma. Per realizzare due posti riservati ci vuole pochissimo tempo e ogni ritardo, considerati i gravi disagi arrecati ai tanti disabili, è francamente vergognoso. Le norme in materia, compreso il Codice della Strada, prevedono un percentuale di posti riservati ai disabili sul totale dei parcheggi cittadini. Tali norme raccomandano anche che la collocazione sia prossima ai cosiddetti " Luoghi sensibili". La nostra pazienza ha un limite e non escludiamo iniziative di carattere legale per tutelare i diritti dei diversamente abili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento