Uccise l'amante della moglie: 16 anni di condanna

Il fatto risale a gennaio scorso, Alessandro Palermiti di Montaguto uccise un albanese residente a Foggia

Alessandro Palermiti, 53 anni, di Montaguto, accusato di aver ammazzato a coltellate Halili Tahi, 49enne albanese, amante della moglie, è stato condannato a 16 anni. L'avvocato difensore dell'uomo ha insistito perchè gli fosse riconosciuta la legittima difesa. Il giudice Maria Ilaria Romano, escludendo la premeditazione, non ha voluto sentire ragioni: Palermiti si era detto pentito del gesto, che non aveva intenzione di uccidere, né di aver pensato di farlo. Tesi non raccolte e la condanna a 16 anni con rito abbreviato. Inoltre risarcimento dei danni da liquidarsi in separata sede in favore delle parti civili.

 Il motivo del delitto, avvenuto a gennaio di un anno fa, sarebbe dunque la gelosia. Dopo aver commesso il delitto, l'uomo si allontanò, incrociando anche i carabinieri che sospettavano qualcosa di strano. Nel parcheggio di Camporeale ad Ariano fu trovato il corpo esamine dell'albanese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia atroce, donna ritrovata senza vita

  • Nuovo clan Partenio, ecco dove i camorristi nascondevano il libro mastro dell'usura

  • "Nuovo Clan Partenio" in ginocchio, i dettagli dell'operazione

  • Avellino, maxi blitz contro il nuovo clan Partenio: 23 arresti

  • Guida Espresso 2020, i migliori ristoranti in Irpinia

  • Nuovo Clan Partenio: "Se vuoi risolvere il problema devi prendergli la macchina"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento