menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tubercolosi: infetta il figlio e scappa dal Moscati, 40enne obbligato a curarsi

Trattamento sanitario obbligatorio per un uomo residente a San Potito

Trattamento sanitario obbligatorio per un cittadino romeno, di 40 anni che infetto da tubercolosi aveva rifiutato le cure in ospedale.

L'uomo residente a San Potito si era allontanato dal reparto malattie infettive del Moscati e dopo la denuncia del primario Nicola Acone si è reso necessario l'intervento dei carabinieri. Quando le Forze dell'Ordine lo hanno rintracciato, lo hanno trasferito a Salerno presso il reparto malattie infettive dell'ospedale Da Procida. Pare che sia stato proprio il 40enne ad infettare il figlio e il bambino di 12 anni il quale frequentava il plesso della Leonardo da Vinci, chiuso dal sindaco Foti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Atripalda, ritrovate strutture murarie di epoca romana

Attualità

Stop ai vaccini AstraZeneca e Johnson & Johnson dal 2022

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento