Autoradio a prezzo conveniente, ma è una truffa: denunciato 30enne

La scoperta dei Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Castel Baronia hanno denunciato un 30enne di Bari, ritenuto responsabile del reato di truffa. A cadere nella sua trappola, un uomo che, dovendo sostituire l’autoradio della sua autovettura, veniva attratto da un’offerta oltremodo conveniente pubblicata su un noto sito di annunci on-line. Ignaro del raggiro in cui sarebbe incappato, effettuava l’acquisto pagando poco più di 100 euro mediante bonifico bancario. Ma, ricevuta la somma pattuita, il fittizio venditore omettevano la consegna dello stereo e si rendeva irreperibile.

I Carabinieri mettono in guardia dalle truffe

Attraverso una serie di accertamenti i Carabinieri sono riusciti ad identificare il presunto malfattore per il quale, alla luce delle evidenze emerse, è scattata la denuncia in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria. Si ricordano ancora una volta gli utili consigli riportati con l’iniziativa “Difenditi dalle truffe”, nata per forte volontà dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino ed attuata in modo capillare sul territorio da parte di tutti i reparti dipendenti, per la specifica prevenzione di tale reato predatorio. È importante saper riconoscere le situazioni più a rischio e, di conseguenza, i comportamenti da assumere, diffidando sempre degli acquisti oltremodo convenienti, trattandosi verosimilmente di una truffa o di prodotti rubati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Campania Rt scende sotto 1: verso la fine della zona rossa

  • Fabrizio Corona rompe il silenzio sul matrimonio: la presunta moglie è avellinese

  • Nuovo Dpcm 3 dicembre: lo stop ai parenti e le deroghe per residenza e domicilio nelle regole di Natale 2020

  • Zona arancione, rossa e gialla: le Regioni che cambieranno colore prima di Natale

  • Rinasce il Mercatone, inaugura il supermercato: maxi parcheggio e aree verdi

  • In Campania è stato raggiunto il picco dei contagi

Torna su
AvellinoToday è in caricamento