Truffa l'Inps e viene scoperto: non è invalido

L'uomo dovrà risarcire l'Ente di 30mila euro. Una truffa andata avanti dal 2012

Tutto ha avuto inizio circa tre anni fa, quando ad un napoletano fu riconosciuta la pensione di invalidità e un’indennità di accompagnamento temporanea con obbligo di sottoporsi a visita di revisione, al quale tuttavia è riuscito a sfuggire, anche attraverso un repentino cambio di residenza tra la provincia di Napoli e quella di Avellino,  continuando a percepire indebitamente gli emolumenti, sino alla data odierna. 

Sin dal 2012 era stato riconosciuto affetto da una patologia invalidante al 100% e beneficiava di una pensione a carico dell’I.N.P.S. con l’aggiunta dell’indennità di accompagnamento per le gravi condizioni documentate. 

Alla luce delle evidenze raccolte, per il 41enne è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Napoli. Dovrà ora restituire all’I.N.P.S. la somma di 30mila euro pari a quanto illegittimamente percepito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Spaventoso schianto in galleria, ci sono numerosi feriti

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

  • Paura ad Avellino, doppio incendio di auto nella notte

Torna su
AvellinoToday è in caricamento