menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Utilizzano i dati delle società a loro insaputa: scoperta mega truffa

Tra queste aziende vittime di truffe anche una conceria di Solofra le cui credenziali sono state utilizzate per ordinare merci da rivendere al mercato nero

Le truffe iniziavano coi contatti presi, via telefono o mail da membri del sodalizio, operante su vasta scala, e seguivano sempre la stessa modalità. Tra queste aziende vittime di truffe anche una conceria di Solofra le cui credenziali sono state utilizzate per ordinare merci da rivendere al mercato nero. I malfattori, una volta entrati in possesso dei dati di imprese realmente esistenti sottoscrivevano un contratto di fornitura di prodotti, utilizzando come amministratore e prestanome un ex dipendente della ditta stessa e facendo presentare un tale, inesistente, come responsabile di import export. Una modalità particolarmente insidiose non permettendo alle ditte coinvolte di verificare la truffa, al momento dei controlli preventivi visto che gli accertamenti sulla documentazione trasmessa all’atto dell’affidamento dell’incarico avevano generalmente esito positivo, risultando le aziende cui venivano affidati i beni, in regola ed affidabili.

Tre ordinanze di custodia cautelare emesse dal GIP del Tribunale di Nocera Inferiore al termine delle indagini condotte dai Comandi della Polizia Locale di San Giorgio a Cremano, Angri, S. Egidio Monte Albino, Scafati, Napoli, Pavia, Melegnano, Monza e Milano, in collaborazione con la pg della Polizia Locale e della Polizia di Stato proprio della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, nell’ambito di quella che è stata denominata “Operazione di Francia”, conclusasi nel marzo 2015. Gli uomini impegnati nell’inchiesta sono riusciti a sgominare un’organizzazione criminale operante nell’agro nocerino e zone limitrofe, responsabile di reati su merce di ogni tipo che hanno provocato danni per 500mila euro a 30 aziende presenti su tutto il territorio nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento