menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa Inps, ispezioni nelle aziende gonfiate per intascare premi

Si alteravano i dati dei verbali di disconoscimento redatti dalla task force dell'Inps messa in piedi per scovare lavoratori non in regola

L'inchiesta partita da Roma su agevolazioni e incentivi ai dirigenti è su ampia scala. Anche la sede Inps di Avellino finisce nell'occhio del ciclone.  Nell'elenco degli indagati figurano dipendenti con posizioni di rilievo che operano o hanno operato in passato presso gli uffici di via Roma.

Secondo gli inquirenti, i dirigenti nazionali avrebbero agevolato funzionari e ispettori delle varie sedi nazionali a ottenere incentivi alterando i dati dei verbali di disconoscimento, redatti dalla task force dell'Inps messa in piedi per scovare lavoratori non in regola. La cifra è di 703.360.141 euro maturati in quattro anni di attività portata avanti in diverse province.

Al vaglio della Procura ci sono decine di faldoni, intercettazioni telefoniche e ambientali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento