rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca

Trovato in gravissime condizioni a Valle, la testimonianza: "C'era sangue anche sul muro"

Sono in corso le indagini da parte del Comando dei Carabinieri di Avellino e, stando a quanto riferiscono le forze dell'ordine, il 51enne non risulta essere caduto dal ponteggio. Si tratta di aggressione?

Nella serata di ieri vi abbiamo riferito la drammatica notizia dell'operaio di 51 anni in coma presso l'Ospedale Moscati di Avellino. Stando a quanto si apprende, l'uomo è stato ritrovato nel pomeriggio di ieri - a terra e in una pozza di sangue - vicino a un’impalcatura, presso le palazzine di via Santoli, al rione Valle. Immediatamente ricoverato presso la struttura di Contrada Amoretta dove versa in condizioni gravissime. Attualmente è intubato presso il reparto di Rianimazione e le sue condizioni restano gravissime.

“C’era sangue anche sul muro”

Su quanto accaduto a Valle, si è espresso anche l’amministratore del condominio via Santoli a Valle: “Sono convinto si sia trattato di un caso isolato. Abbiamo trovato questa persona in stato d'incoscienza ma non è caduto dall’impalcatura, stava già lì, privo di sensi. Non sappiamo cosa sia accaduto prima. Dopo sono intervenuti i carabinieri. Quando stavamo sul posto abbiamo visto che vi erano tracce di sangue sul muro per altro”. L’amministratore poi, ribadisce ancora che il ponteggio era tutto a norma di legge. Medesima dichiarazione della ditta Plaff immobiliare; che ribadisce anche la messa in sicurezza del fabbricato e l’applicazione della legge nell’attrezzatura l’intero edificio per l’eco bonus del fabbricato.

A questo punto si rafforza la pista dell’aggressione

Sono in corso le indagini da parte del Comando dei Carabinieri di Avellino e, stando a quanto riferiscono le forze dell'ordine, il 51enne non risulta essere caduto dal ponteggio. Inoltre, dal test tossicologico, si evince che l'uomo, però, aveva fatto uso di sostanze stupefacenti. L'Arma è al lavoro per ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto e stabilire eventuali responsabilità. Le dichiarazioni rilasciate ad Avellino Today dall’amministratore del condominio di Valle, però, aprono a evidenti nuovi scenari investigativi. Il sangue sul muro, così come il fatto che - il 51enne - non sia caduto dall’impalcatura, accendono luminosi riflettori sulla concreta possibilità che si sia trattato di un’aggressione; gravemente efferata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato in gravissime condizioni a Valle, la testimonianza: "C'era sangue anche sul muro"

AvellinoToday è in caricamento