menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovato con coltello nell'auto: assolto per insufficienza di prove

Risulta vincente la linea del difensore

Assolto per insufficienza di prove. Questo è il verdetto emesso nella giornata di ieri dal Tribunale di Avellino, Presidente Galeota, nei confronti di un quarantacinquenne di Capriglia Irpina, B.S., fermato in data 16 Marzo 2019 dai Carabinieri della Stazione di Montoro Superiore. I Militari, in particolare, nel corso di un attività di controllo delle strade fermavano alla via B. De Giovanni di Montoro una autovettura Fiat Panda condotta dall'uomo di Capriglia Irpina. Nel corso della perquisizione personale e veicolare i Militari rinvenivano, occultato all'interno della autovettura, un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di circa 20 cm. I Carabinieri, pertanto, provvedevano immediatamente a sequestrare l'arma e a denunciare B.S per porto abusivo del coltello senza giustificato motivo.

Nessuna prova certa sull'appartenenza del coltello

Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Avellino emetteva nei confronti dell'uomo un decreto penale di condanna avverso il quale il difensore di B.S., l'Avv. Rolando Iorio, proponeva opposizione chiedendo la celebrazione di un giudizio ordinario. Nella giornata di ieri, quindi, in accoglimento della tesi difensiva prospettata dall'Avv. Rolando Iorio, coadiuvato in aula dall'Avv. Dario Cierzo, il Tribunale di Avellino mandava assolto l'imputato. Decisiva l'eccezione avanzata dalla difesa che, verbale di sequestro del coltello alla mano, evidenziava come non vi era alcun cenno nel verbale redatto dai Carabinieri su chi fosse il proprietario della autovettura al cui interno era stata rinvenuta l'arma. Di conseguenza non vi era alcuna prova certa dell'appartenenza del coltello alla persona fermata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento