Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Solofra

Solofra nella bufera, sindaco avrebbe chiesto il trasferimento del comandante dei carabinieri

Le pressioni verbali del primo cittadino sono incessanti sull'ex senatore, quel carabiniere gli sta togliendo il sonno e il politico deve intervenire per una questione personale

Quante volte vi è capitato di rivolgervi al politico di turno per ottenere un piacere? Un mal costume che al Sud è ricorrente. Quante volte vi hanno assicurato di aver agito nel vostro interesse? Prassi consolidata. 

Errore più grande è farlo anche per telefono. Da stamani ne sanno qualcosa il sindaco di Solofra Michele Vignola e l’ex senatore Enzo De Luca. La cittadina della concia finisce su ilfattoquotidiano per presunte pressioni del primo cittadino sull’amico politico per far trasferire il comandante dei Carabinieri della locale Stazione che sta svolgendo indagini sull’inquinamento.  

Ecco la risposta del sindaco Michele Vignola

Maledetto telefono - Ad essere intercettato è il primo cittadino, coinvolto nell’inchiesta. Ilfattoquotidiano, venuto in possesso delle carte, ha avuto modo di spulciare il fascicolo depositato dai pm alla conclusione di una prima tranche di indagini, che contesta a un manager e a un tecnico di Irno Service, il reato di smaltimento illecito di rifiuti pericolosi.

La solidarietà della CGL al comandante dei carabinieri

Il 26 marzo di due anni fa i protagonisti, ripetiamo, per ora non indagati per la storia che vi stiamo descrivendo, si soffermano a parlare sul comandante dei carabinieri della locale stazione. La richiesta del primo cittadino è la seguente: “far spostare il comandante da Solofra che in modo celere sta svolgendo indagini sull’inquinamento”. Ma che potere aveva l’ex senatore? Quello di intercedere con la ministra della Difesa Roberta Pinotti (estranea a questa vicenda e tirata in ballo a sua insaputa ndr).

Le pressioni verbali del primo cittadino sono incessanti sull’ex senatore, quel carabiniere gli sta togliendo il sonno e il politico deve intervenire per una questione personale.Cinque giorni dopo l’ex senatore De Luca lo rassicura che l’operazione è andata in porto. La storia dei giorni nostri ci dice che quel comandante dei Carabinieri è ancora a Solofra e svolge le sue funzioni in nome dello Stato.

C'è da dire che non ci sono tracce che De Luca abbia davvero provato a fare pressioni sul ministro Pinotti e il pm propende per la tesi che l’ex senatore abbia solo millantato per rabbonire il suo interlocutore e collega di partito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solofra nella bufera, sindaco avrebbe chiesto il trasferimento del comandante dei carabinieri

AvellinoToday è in caricamento