rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Altavilla Irpina

Vittima di transfobia, continua l'incubo di Alessia: "Le minacce continuano, temo per la mia vita"

La giovane è balzata agli onori della cronaca a causa dei reiterati e sempre più violenti attacchi omotransfobici - subiti sui social - da parte di una vicina di casa 53enne

Non c’è pace per Alessia, transgender 18enne di Altavilla Irpina. La giovane è balzata agli onori della cronaca a causa dei reiterati e sempre più violenti attacchi omotransfobici  - subiti sui social - da parte di una vicina di casa 53enne. La 18enne, che in sede processuale sarà difesa dall'avvocato Rolando Iorio del Foro di Avellino, continua quotidianamente a ricevere tremende minacce.

Nello specifico, alleghiamo l'immagine inviata dalla vicina di casa alla giovane Alessia: un fotomontaggio in cui si vede il volto della 18enne accanto a una bottiglia di acido. 

Alessia minaccia acido-2

Ma, questa, non è altro che la punta dell'iceberg di un incubo che non accenna minimamente a finire. Alessia, adesso, teme per la sua incolumità più che mai. Non si sente tutelata dalla legge e il primo pensiero è sempre che, la 53enne, possa vendicarsi di tutte queste sue denunce che l'hanno condotta finanche a risponderne in tribunale. 

"Non arriverai viva al processo" 

"Continuo a ricevere minacce dalla mattina alla sera. Dice che mi manderà in coma. Che non arriverò viva al processo. Che mi ucciderà con una motosega. Lei ha anche ricevuto un'ordinanza restrittiva che le impedisce ogni tipo di telecomunicazione con me ma, nonostante questo, non si è mai fermata. Continuo a non capire cosa vuole da me. Io voglio che paghi per ciò che mi ha fatto. Non è accettabile che una persona possa compiere questi atti e rimanere impunita". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittima di transfobia, continua l'incubo di Alessia: "Le minacce continuano, temo per la mia vita"

AvellinoToday è in caricamento