Cronaca

Targhe alterne, debutto nel caos: c'è chi si dimentica ma anche chi tenta di fare il furbo

Una deregulation totale che solo in parte gli agenti della municipale hanno cercato di disciplinare: il caos nel primo giorno di targhe alterne era inevitabile

Il caos nel primo giorno di targhe alterne era inevitabile. I maggiori ingorghi nelle strade di ingresso alla città presidiate dalla polizia municipale. Di contravvenzioni, secondo indiscrezioni, almeno per la prima giornata non sono state elevate. E' stato tenuto un profilo basso per abituare i conducenti di auto alla nuova ordinanza che durerà fino a venerdì, sperando poi che polveri sottili e biossido di azoto si abbassino in modo da ritornare alla normalità. Non mancano le polemiche, soprattutto perchè l'ordinanza cade in una settimana pre natalizia.

Ad alzare gli scudi Confcommercio: “Ci siamo trovati di fronte ad una scelta incomprensibile, calata dall’alto”, hanno detto stamane in conferenza stampa i referenti dell’associazione. “Gli accordi erano altri – hanno aggiunto – Qualcuno continua ad ignorare le esigenze di un settore da tempo in difficoltà. Anche il Natale rischia di diventare un’occasione persa, senza dimenticare i disagi provocati ai cittadini. E’ davvero difficile andare avanti in queste condizioni”. Così Oreste La Stella: “Non è tollerabile che il Comune scopra a dicembre, in prossimità delle feste di Natale, di avere un problema ambientale, puntualmente ignorato per mesi. Perchè non si è fatto niente in questi mesi? E’ troppo semplice istituire la targhe alterne per rientrare nei parametri legislativi e non incorrere in provvedimenti penali. Le emergenze vanno programmate e gestite per tempo”.

Una deregulation totale che solo in parte gli agenti della municipale hanno cercato di disciplinare: c'è stato chi ha detto di aver dimenticato l'ordinanza e chiesto venia. Altri non curanti del divieto si sono avventurati nel centro città. I più attenti hanno chiesto ad amici muniti di auto con targa dispari (per oggi) di dare un passaggio per andare a lavoro. E semmai domani ricambieranno il favore...


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Targhe alterne, debutto nel caos: c'è chi si dimentica ma anche chi tenta di fare il furbo

AvellinoToday è in caricamento