menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto nel centro Italia, torna la paura ad Avellino e provincia

Il terremoto, di magnitudo 6, è stato forte quasi quanto quello dell'Irpinia (1980)

Grande spavento ad Avellino per il terremoto di magnitudo 6.0 è avvenuto questa notte alle ore 03:36 italiane tra le province di Rieti e Ascoli Piceno. Le scosse sono state avvertite chiaramente nei piani più alti degli edifici di Avellino. Non si registrano però danni a persone a o a cose.

L’epicentro è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV ad una profondità di 4 km. I comuni più colpiti risultano essere Accumoli (Rieti), Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) e Amatrice (RI). Il sisma è stato chiaramente avvertito in tutta l'Italia centrale, a partire da Roma, dove i cittadini si sono riversati nelle strade in molti quartieri.

La Protezione Civile è in allerta e le prime squadre di intervento sono già al lavoro, in un tweet di Palazzo Ghigi si legge: “Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Ing. Fabrizio Curcio ha riunito il Comitato Operativo della Protezione Civile ?#terremoto”. Mentre l’Avis provinciale di Rieti con un altro tweet invita a donare il sangue.

Il terremoto di magnitudo 6, che si è verificato nella notte con epicentro nel reatino, è stato forte quasi quanto quello, di magnitudo 6.2, che il 6 aprile 2009 distrusse L'Aquila. Degli altri recenti devastati sismi in Italia, quello del 1976 in Friuli è stato di magnitudo 6.2, quello dell'Irpinia (1980) di magnitudo 6.8, quello di Umbria e Marche (1997) di magnitudo 5.6, quello della pianura padana modenese (2012) di magnitudo 5.9.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento