Terremoto, Renzi: “Ricostruiremo tutto, case, chiese ed esercizi commerciali”

"Credo che per tutti ci sarà nelle prime settimane la possibilità di stare in albergo. Poi le casette di legno, poi la ricostruzione"

Questa mattina, alle ore 7:41, una fortissima scossa di terremoto di magnitudo 6.5 è stata avvertita in tutta Italia, compresa l’Irpinia, da cui sono arrivate tantissime segnalazioni.

Il premier Renzi, proprio in questo momento, sta ufficializzando il suo appello:

“Ho visto che il sisma di questa mattina aveva la stessa entità del terremoto che distrusse l'Irpinia nel 1980. Tante persone sono scese in strada e hanno pensato a mettere in salvo i bambini. E’ fondamentale che arrivi un messaggio di solidarietà, vicinanza e compassione. Bisogna soffrire insieme in questa terribile pagina per il nostro Paese”.

Nella giornata di domani, il Consiglio dei ministri si riunirà per varare le prime misure. 

“Tecnicamente pensiamo di intervenire per via emendativa sul decreto terremoto” dell’11 ottobre, ha spiegato il premier. “Allargheremo il cratere”. “Credo che per tutti ci sarà nelle prime settimane la possibilità di stare in albergo. Poi le casette di legno, poi la ricostruzione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Spaventoso schianto in galleria, ci sono numerosi feriti

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

  • Paura ad Avellino, doppio incendio di auto nella notte

Torna su
AvellinoToday è in caricamento