rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Mercogliano

Tentato furto presso il Grand Hotel Irpinia, si aggrava la situazione del 51enne indagato

Ungaro Domenico, 51 anni originario di Monteforte Irpino, è stato arrestato in seguito al tentato furto presso il rinomato Grand Hotel Irpinia, situato in Via Torone a Mercogliano

Ungaro Domenico, 51 anni originario di Monteforte Irpino, è stato arrestato in seguito al tentato furto presso il rinomato Grand Hotel Irpinia, situato in Via Torone a Mercogliano. Le accuse nei confronti di Ungaro si sono ulteriormente aggravate durante l'udienza di convalida dell'arresto. Il 51enne è stato inizialmente messo in fuga da uno dei soci e custodi dell'hotel, che ha prontamente allertato le forze dell'ordine. I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Avellino sono intervenuti prontamente e sono riusciti ad arrestare Ungaro mentre cercava di dileguarsi dopo il tentativo di furto avvenuto qualche giorno prima.

Durante l'udienza, il pubblico ministero Vincenzo D'Onofrio ha presentato ulteriori accuse contro Ungaro. Oltre al tentato furto aggravato commesso di notte e con il volto travisato, il cinquantunenne è stato anche accusato di un altro raid simile avvenuto nella stessa struttura alberghiera alcuni giorni prima, nel quale il bottino ammontava a circa cinquemila euro. Le prove a carico di Ungaro includono le registrazioni delle telecamere di sorveglianza e le testimonianze raccolte durante le indagini.

La misura cautelare applicata a Ungaro è stata la custodia in carcere

Un elemento rilevante emerso durante l'inchiesta è che Ungaro era stato ospite del Grand Hotel Irpinia poco prima del furto consumato. Nonostante abbia negato di aver agito con l'intenzione di commettere un furto, affermando di essere entrato solo per cercare cibo e alloggio, la sua versione non ha convinto il giudice per le indagini preliminari, Francesca Spella.

La misura cautelare applicata a Ungaro è stata la custodia in carcere, poiché il suo stato di detenuto senza dimora fissa ha reso impossibile l'applicazione degli arresti domiciliari, nonostante la richiesta avanzata dal suo difensore, l'avvocato Gerardo Santamaria. L'episodio del tentato furto è avvenuto durante la notte tra giovedì e venerdì, quando Ungaro si è introdotto nell'esclusivo Grand Hotel Irpinia. Indossando un travisamento per nascondere il volto, ha forzato una porta d'ingresso, rompendo il vetro, e ha cercato di sottrarre denaro e altri oggetti di valore appartenenti all'hotel e ai suoi ospiti. Tuttavia, grazie alla prontezza del custode dell'hotel, Ungaro è stato scoperto e costretto a fuggire, mentre il custode chiamava immediatamente il numero di emergenza 112. I Carabinieri sono intervenuti tempestivamente e, grazie alle informazioni fornite dal custode, sono riusciti a rintracciare e arrestare Ungaro lungo Via Torone a Mercogliano. All'atto dell'arresto, l'uomo appariva esausto e sporco di terra ed erba. Durante la perquisizione, i militari hanno rinvenuto una tenaglia, verosimilmente utilizzata per forzare l'accesso. In seguito alla decisione del PM Vincenzo D'Onofrio, Ungaro è stato trattenuto in custodia in attesa del processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato furto presso il Grand Hotel Irpinia, si aggrava la situazione del 51enne indagato

AvellinoToday è in caricamento