rotate-mobile
Cronaca Villamaina

Anziano si suicida tagliandosi la gola: aveva già tentato di togliersi la vita

“Maresciallo, ho fatto una sciocchezza. Mi scuso con tutti”: disse - quella volta - ai carabinieri che gli salvarono la vita

Tutti ricordano quanto accaduto il 14 aprile scorso, a Villamaina: un uomo lasciò su di un tavolo del Municipio un biglietto con intenzioni suicide per poi allontanarsi. L’ultra 80enne con tutta probabilità sarebbe riuscito nel suo intento senza l’immediato intervento dei Carabinieri, allertati tempestivamente. Purtroppo, la stessa persona, in data odierna, ha tentato nuovamente il folle gesto; questa volta portandolo a termine.

Il corpo dell’anziano è stato ritrovato nei pressi della palestra della scuola primaria di Villamaina. Si è tolto la vita tagliandosi la gola con un grosso coltello da cucina. L’Autorità Giudiziaria, al termine delle indagini di rito, disponeva la restituzione del corpo ai familiari.  

Ecco quanto accadde il 14 aprile scorso 

L’anziano, in preda a un momento di sconforto dovuto allo scoraggiamento per gli acciacchi della vecchiaia, si era già procurato una ferita alla gola quando è stato raggiunto, sanguinante, dai Carabinieri della Stazione di Gesualdo, in un giardinetto poco distante dalla Casa Comunale.

Immediatamente soccorso, è stato trasportato dal 118 all’ospedale “Moscati” di Avellino, fortunatamente non in pericolo di vita. Dopo le cure del caso, fu immediatamente dimesso. “Maresciallo, ho fatto una sciocchezza. Mi scuso con tutti”: queste furono le parole che, in quell'occasione, rivolse al Comandante della Stazione dei Carabinieri, dopo essere uscito dall’ospedale. Purtroppo, oggi, la storia è andata diversamente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano si suicida tagliandosi la gola: aveva già tentato di togliersi la vita

AvellinoToday è in caricamento