rotate-mobile
Cronaca

Suicidio Della Valle, la famiglia ha chiesto l’intervento del responsabile civile

Rosaria Vietri, legale della famiglia, ha chiesto al magistrato di autorizzare la citazione dell’Asl di Avellino quale responsabile civile

Il 18 luglio 2017 Luigi Della Valle, detenuto presso l’Istituto di Reclusione di Avellino, decide di togliersi la vita impiccandosi nella sua cella. Luigi Della Valle, originario di Montoro, 44 anni, un passato di tossicodipendenza e alcooldipendenza, era detenuto per reati di maltrattamenti in famiglia. Nella giornata di oggi, il legale della famiglia Della Valle, l’avvocato Rosaria Vietri ha chiesto l’intervento del responsabile civile. Sono trascorsi più di cinque anni, ormai, dal drammatico gesto di Luigi ma la famiglia del 44enne continua a chiedere giustizia. L'avvocato Vietri, infatti, ha chiesto al magistrato di autorizzare la citazione dell’Asl di Avellino quale responsabile civile; in quanto l’imputato è dipendente della struttura sanitaria di via Degli Imbimbo.

Il medico generico del carcere di Bellizzi Irpino è accusato di omicidio colposo

Le accuse nei confronti del medico generico del carcere di Bellizzi Irpino sono di omicidio colposo per non aver valutato in modo corretto il caso del 44enne, affetto da patologie psichiatriche. Luigi Della Valle, infatti, aveva già tentato due volte ti togliersi la vita e fu salvato dal proprio compagno di cella. L’uomo, inoltre, era in cura psichiatrica mediante psicofarmaci a causa della sua totale incapacità di gestire la rabbia. Per conoscere la decisione, adesso, bisognerà attendere il prossimo 18 ottobre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suicidio Della Valle, la famiglia ha chiesto l’intervento del responsabile civile

AvellinoToday è in caricamento