menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studenti del Colletta costretti a pagare 100 euro per le attività formative

Le associazioni degli studenti in difesa degli alunni del classico, denunciano: "L'alternanza Scuola-lavoro è obbligatoria"

L’alternanza scuola-lavoro si paga. Accade al liceo classico Colletta di Avellino dove lunedì 27 marzo e mercoledì 29 gli studenti di quattro classi (una terza e tre quarte) dovranno sborsare la cifra di 100 euro per partecipare al programma di alternanza scuola-lavoro. Si tratta del primo dei dieci approfondimenti pratici sullo studio del ciclo dell’acqua, deciso a inizio anno e reso possibile grazie a una convenzione con l’Università di Napoli e degli acquedotti di Napoli e della Puglia.

Qualche giono fa però gli alunni delle classi interessate non hanno creduto ai loro occhi quando hanno ricevuto una circolare della scuola in cui si specificava che per accedere all'offerta formativa bisogna versare un contributo di dieci euro alla volta.

Subito è scattata la denuncia degli studenti. L'Unione degli Studenti ha preso le difese dei ragazzi dichiarando che l'alternanza scuola-lavoro è obbligatoria e non sono previste spese a carico degli alunni.

Dal canto suo la preside ha difeso la sua scuola specificando che ad Avellino non sono presenti università, dunque la spesa richiesta agli studenti è unicamente per sostenere i costi del trasporto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri due decessi al "Frangipane"

  • Cronaca

    Bambino positivo al Covid-19, scuola chiusa a Cervinara

  • Cronaca

    Sversamento illecito di acque reflue in un fondo agricolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento