Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Strozzava le vittime con tassi fino al 120%, condannato usuraio irpino

Nonostante risultasse nullatenente era in grado di fare prestiti da centinaia di migliaia di euro alle persone in difficoltà, ricostruito un giro d'affari che sfiorava il milione di euro

Diverse le persone in difficoltà economiche che si erano rivolte a un 81enne di Avellino, all'epoca dei fatti residente a Rimini, per ottenere un prestito di denaro ma, una volta finite nelle grinfie dell'uomo, venivano strozzati con tassi usurai che arrivavano al 120%. Questo è il caso che ci raccontano i colleghi di Rimini Today. Una delle vittime, un notaio, per un prestito di 320mila euro era arrivato a doverne ripagare 420mila. Oramai nel baratro e impossibilitato a restituire il denaro a causa del debito che cresceva spropositatamente di giorno in giorno si era rivolta alla Guardia di Finanza e le indagini del Nucleo di polizia tributaria coordinate, dal sostituto procuratore Luca Beruzzi, avevano scoperchiato il giro d'affari dell'81enne.

L'anziano, seppur ufficialmente nullatenente, era in grado di fornire liquidità per centinaia di migliaia di euro e a lui erano ricorsi professionisti e imprenditori: oltre al notaio, infatti, figurano il legale rappresentante di una società immobiliare di Riccione, l’allora amministratore di una squadra di calcio professionistica emiliano romagnola e un avvocato. Quest'ultimo, secondo quanto emerso dalle indagini, a fronte di un prestito da 150mila euro fu costretto ha restituirne più di 200mila. Le Fiamme Gialle avevano ricostruito il giro d'affari dell'81enne in circa 900mila euro di prestiti che avevano fruttato oltre 650mila euro interessi. 

Finito a processo davanti ai giudici del Collegio del Tribunale di Rimini, l'anziano è stato condannato a 4 anni di reclusione e 11mila euro di multa per usura. Dei 7 episodi contestati allo strozzino, difeso dall'avvocato Massimiliano Orrù, l'uomo è stato ritenuto colpevole per 5 di questi e assolto per gli altri 2. Assolti con formula piena anche la nuora dell'uomo, una 50enne romana, e un imprenditore faentino 59enne. La difesa dell'81enne ha già annunciato che ricorrerà in Appello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strozzava le vittime con tassi fino al 120%, condannato usuraio irpino
AvellinoToday è in caricamento