menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strage del bus a Monteforte: attesa per l'udienza preliminare

L'udienza si svolgerà in alcune aule dell'ex Carcere Borbonico, che si sta allestendo in modo da poter contenere le 175 parti civili e oltre cinquanta avvocati

 Al via giovedì 16 luglio, ad Avellino, l’udienza preliminare per la morte di 40 persone che il 28 luglio 2013 precipitarono da un viadotto della A16 a bordo di un bus: il gup Gianfrancesco Fiore dovrà decidere sulle 15 richieste di rinvio a giudizio presentate dalla procura, per omicidio colposo e disastro colposo. L’udienza si svolgerà in alcune aule dell’ex Carcere Borbonico, che si sta allestendo in modo da poter contenere le 175 parti civili e oltre cinquanta avvocati.

Le richieste di rinvio a giudizio - firmate dal procuratore capo di Avellino Rosario Cantelmo e dai pm Adriano Del Bene e Cecilia Annecchini - riguardano Giovanni Castellucci e Riccardo Mollo, rispettivamente ad di Autostrade per l’Italia e direttore generale. Con loro, i funzionari della società Michele Renzi, Paolo Berti, Nicola Spadavecchia, Bruno Gerardi, Michele Maietta, Gianluca De Franceschi e Gianni Marrone, insieme al responsabile delle barriere di sicurezza, Massimo Fornaci, e a Marco Perna, responsabile per la società Autostrade del «progetto di sostituzione e potenziamento delle barriere di sicurezza e del bordo laterale» dell’A16 Napoli-Canosa, e al coordinatore del posto di manutenzione, con sede a Cassino (Frosinone), Antonio Sorrentino. Altri tre indagati, oltre che di omicidio plurimo colposo e disastro colposo sono chiamati a rispondere di falso in atto pubblico e per questo vennero arrestati nel luglio del 2014. Si tratta di Gennaro Lametta, proprietario del bus, e dei dipendenti della Motorizzazione Civile di Napoli, Vincenzo Saulino e Antonietta Ceriola: avrebbero attestato falsamente l’avvenuta revisione del veicolo che, al momento dell’incidente, aveva percorso 800mila chilometri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento