Strage Acqualonga, l'inchiesta bis si allarga a macchia d'olio: sequestrati altri 10 viadotti

Si continua a monitorare lo stato di salute delle barriere

Immagine di repertorio

L'inchiesta bis sulla strage di Acqualonga (che portò alla morte di 40 persone) si sta allargando a macchia d'olio, travolgendo anche altri viadotti italiani. Una maggiore attenzione, infatti, sullo stato di salute di quest'ultimi è stata applicata dopo che una perizia tecnica ha puntato il dito contro Autostrade e il mancato rispetto delle norme per la "cura" delle barriere. A finire sotto accusa, ora, sono 10 viadotti lungo la A14 Bologna-Taranto per i quali è stato predisposto il sequestro preventivo delle barriere laterali. I ponti, rientranti nel tratto tra Pescara Ovest e Pedaso, sono: Campofilone, Santa Giuliana, Santa Maria, Fosso San Biagio, Cerrano, Marinelli, Valloscura, Viadotto Sp e Fosso Calvano, Vallelunga, Petronilla.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie ad Avellino e Provincia, ecco la nostra nuova "Top ten"

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Matrimonio "falso" in Irpinia: lo sposo non è ancora divorziato

  • Incendio Pianodardine, ecco la prima relazione Arpac sulla qualità dell’aria

Torna su
AvellinoToday è in caricamento