Stipendi gonfiati all'Asl di Avellino, chiesta la proroga delle indagini

La richiesta si è resa necessaria per accertare ulteriori aspetti chiave

Il Pm Fabio Massimo Del Mauro ha richiesto la proroga delle indagine relative all'inchiesta su dei presunti stipendi gonfiati che ha investito l'Asl di Avellino. La richiesta in questione, stando a quanto afferma la Procura di Avellino, e che riporta Il Quotidiano del Sud, si è resa necessaria per accertare ulteriori aspetti chiave sulla vicenda. 

L’inchiesta  

Sono cinque, in tutto, i dipendenti dell’Asl a essere finiti al centro del mirino degli inquirenti. Tre medici, un impiegato e anche un dirigente. Un dipendente si è già visto recapitare la lettera di licenziamento poiché, stando a quanto si apprende dalle indagini, avrebbe favorito medici a incassare soldi non dovuti. L'inchiesta in auge è partito a seguito della denuncia fatta dalla Direttrice dell'Asl, Maria Morgante; e giunta fino alla Regione Campania. Nel dettaglio, dal 2015 al 2018, risulterebbe un ammanco di circa  600mila euro. La Guardia di Finanza analizzò le buste paga e le ore di lavoro, accertando, di fatto, lampanti discrepanze. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • "Prima dell'alba" racconta la storia di Marco: "Vado a Roma per prostituirmi"

  • Arresto Vincenzo Schiavone, le intercettazioni: "Troppo oltre il limite e questo continua a fare lo spavaldo"

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Spaventoso schianto in galleria, ci sono numerosi feriti

  • Incidente sull'Avellino-Salerno, le condizioni dei due feriti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento